PERSI 11 MILIONI DI POSTI

image_pdfimage_print

Sono più di 11 milioni i posti di lavori persi nel mondo dal 2008. A lanciare l’allarme il report di Hays ed Oxford Economics. L’analisi esamina i mercati del lavoro di 31 economie, tra cui l’Italia, per individuare i principali trend del mondo del lavoro qualificato. A registrare le maggiori carenze di specializzazioni sono soprattutto quei Paesi che nell’ultimo anno hanno visto ripartire la propria economia, come gli Stati Uniti, il Regno Unito e alcuni Stati del Nord Europa. Recuperare queste conseguenze drammatiche richiederà tempo e investimenti.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

FOTOGRAFIE GIOVANI E LAVORO

Aziende chiuse per fallimento, infortuni, lavoro nero e minorile, lavoratori precari, licenziati o sottopagati, ma anche giovani che si reinventano con le start up e l’imprenditoria, che lavorano da postazioni

IN 18 MILA PER CRESCERE IN DIGITALE

Al progetto Crescere in Digitale, promosso dal ministero del Lavoro, con Google e Unioncamere, rivolto agli aderenti al programma Garanzia Giovani. sono oltre 18.000 gli iscritti a una settimana dall’avvio.

CHANCE PER MIGRANTI

Al via in Sicilia un piano per trovare un lavoro ai migranti in Tunisia. Il primo gruppo di 22 giovani, 60% donne, completerà la formazione domani, un secondo gruppo tra

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento