BANDO OCCUPIAMOCI

image_pdfimage_print

Quattro Fondazioni, promotrici del bando nazionale “Occupiamoci”, la Fondazione Mission Bambini, la Fondazione Canali Onlus, la Fondazione San Zeno e l’UniCredit Foundation, hanno messo a disposizione 600 mila euro per favorire l’inserimento lavorativo di disoccupati tra i 16 e i 29 anni d’età, attraverso il sostegno ad attività imprenditoriali gestite da organizzazioni del privato sociale. I progetti d’impresa dovranno essere finalizzati all’avvio di nuove attività o allo sviluppo di quelle esistenti nei campi della ristorazione, cultura, arte, turismo, e-commerce, agricoltura, produzione di beni e servizi in genere.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

RENZI SU JOBS ACT

“Dati ufficiali Istat di oggi. Nel II trimestre 2016 più 189 mila posti di lavoro. Da inizio nostro governo: più 585 mila. Il #JobsAct funziona”. Lo scrive su twitter il

PIL: aumento grazie a Industria 4.0

  Le speranze di aumento del PIL grazie al Piano Nazionale chiamato Industria 4.0 sono diventate realtà. Tutte quelle risorse messe a disposizione delle imprese italiane che avrebbero dovuto portare

EMILIA ROMAGNA: BANDO PER INNOVAZIONE PMI

Otto milioni di euro per le piccole e medie imprese dell’Emilia Romagna che vogliono fare dell’innovazione una leva per la crescita. A partire da giovedì 1° settembre, apre il bando

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento