SCONTRO SU CONTRATTI

Sul rinnovo dei contratti di lavoro nazionali il sindacato “sembra arroccato su una posizione: prima i soldi anzi, prima i “picci”, come li ha definiti Barbagallo, segretario generale Uil, e poi si valutano le relazioni industriali”. E’ molto critico il leader di Confindustria, Giorgio Squinzi, a parere del quale “non faremmo il bene delle imprese accettando impostazioni di questo tipo”. Dura la replica sindacale: “Non siamo per celebrare un ruolo sacrale del contratto nazionale, ma non accettiamo scorciatoie che lascino privi di tutela milioni di lavoratori”, ribatte  il segretario generale della Uiltec, Paolo Pirani. Una trattativa impervia fin dalle prime battute.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Emanuele Imperiali

A cura di : Emanuele Imperiali

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)