CORBYN SUL LAVORO

image_pdfimage_print

Jeremy Corbyn, nuovo leader anti-austerity dell’opposizione laburista britannica, pensa all’introduzione di un “ministero per i diritti dei lavoratori”: per ora nel suo governo ombra, se mai andasse a Downing Street un dicastero vero e proprio. Corbyn rivendica apertamente il recupero di un legame organico fra il Labour e le Trade Union. Dopo la versione blairiana del partito laburista, ha ora il sopravvento la componente più filo socialista.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento