PAPA: SPERANZA E’ NEL LAVORO

image_pdfimage_print

La speranza si genera nel lavoro. Lo ha detto Papa Francesco all’Avana. “Ci sono paesi in Europa dove i giovani sotto i 25 anni vivono disoccupati con percentuali del 40%, del 47%, perfino del 50%”. Secondo il Pontefice, un popolo che non si preoccupa di dare lavoro ai giovani non ha futuro, perchè così i ragazzi entrano a far parte della cultura dello scarto. “A costoro – ha ammonito Francesco – non rimane che il suicidio, o cercare eserciti di distruzione per fare guerre”. Parole sagge, che invitano tutti a impegnarsi in questa direzione.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

COLLOQUI DI LAVORO

Foto in costume, trucco appariscente, sguardi ammiccanti sono assolutamente da evitare nel redigere un curriculum vitae e nell’affrontare un colloquio di lavoro. Bisogna partire dal presupposto che cercareun’occupazione è un

ARUBA ASSUME PER DIVERSI PROFILI E DIVERSE SEDI

Aruba S.p.A., la prima società in Italia per i servizi Web, seleziona, tra gli altri profili, Coordinatore Sviluppatori Kentico, Pre Sales Specialist – ambito C.A, Responsabile del gruppo di esercizio

1 MAGGIO DI CGIL, CISL E UIL

Quest’anno la manifestazione nazionale organizzata dalle tre sigle sindacali per la Festa del lavoro si terrà a Genova. Un corteo attraverserà le vie della città partendo da piazza della Vittoria,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento