LAVORO: SALVINI SFIDA RENZI

image_pdfimage_print

“Sono pronto a confrontarmi con Renzi, ma non sulle riforme o sulla legge elettorale, ma sul lavoro, gli studi di settore, le accise sulla benzina, le partite Iva, l’autotrasporto, la legge Fornero, l’Europa che vorrei”. Il segreteraio della Lega Nord, Matteo Salvini, preferirebbe che “il Parlamento si scannasse sulle tasse, sull’immigrazione e sul lavoro, perché non è la querelle fra Renzi e Bersani che interessa la gente”. Sarebbe interessante un confronto pubblico sul lavoro tra il leader del partito di maggioranza e il suo oppositore a viso aperto.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ATTRIBUITE DELEGHE AL VICEMINISTRO BELLANOVA

Il Consiglio dei ministri ha attribuito ufficialmente con decreto le deleghe alla viceministro allo Sviluppo Economico, Teresa Bellanova. In particolar modo, Bellanova si occuperà di un settore chiave del Mise

Ue: record di NEET in Italia

Secondo l’Unione Europea il numero dei cosiddetti NEET (il giovane che non lavora né lo cerca e che non studia) sono in aumento nella fascia d’età compresa tra i 15

CHANCE PER 60 IN ICT

L’economia digitale  è destinata ad espandersi. In Italia importanti aziende del settore cercano 60 profili informatici: project manager, sistemisti applicativi, sviluppatori web, system engineer, programmatori Java, business analyst e Ict

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento