MICRO IMPRESE PENALIZZATE

image_pdfimage_print

Confesercenti apprezza il lavoro fatto dal governo a sostegno delle imprese e dell’occupazione, ma i provvedimenti hanno aiutato in particolare le grandi imprese. Il presidente della confederazione, Massimo Vivoli,  sottolinea, invece, che anche le micro imprese creano occupazione, per cui giudica un errore il fatto che gli sgravi contributivi abbiano quasi completamente escluso le quasi quattro milioni di aziende individuali. Si tratta di un problema serio col quale occorre rapidamente fare i conti.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Inps: in aumento i beneficiari di PAL

L’Inps nell’Osservatorio sulle politiche occupazionali ha constatato che i beneficiari delle politiche attive del lavoro nel 2015 sono stati 1.488.000 con una crescita del 55,75% rispetto ai 955.000 del 2014.

+650 MILA POSTI

Il Centro studi di Confindustria stima in discesa il tasso di disoccupazione, che indica in calo al 12% nel 2015, all’11,6% nel 2016 e all’11,1% nel 2017. Nel triennio saranno

BOERI SU PENSIONI

“Ogni Paese deve essere responsabile della sua parte di pensione” perché “se un lavoratore ha impiegato dieci anni di attività in quel Paese è questo che si deve fare carico

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento