MOODY’S, MENO TASSE SUL LAVORO

image_pdfimage_print

Il taglio di una tassa deve essere credibile per portare a un aumento dei consumi, altrimenti si trasforma solo in risparmio. Certamente la riduzione delle tasse sul lavoro e sulle imprese ha un effetto positivo in tal senso, secondo Moody’s. L’analista Marco Zaninellita sostiene che i tagli fiscali possano minare il consolidamento dei conti pubblici se non adeguatamente finanziati. Quanto al calo delle imposte sulla casa annunciato dal governo, invece, gli effetti sono imprevedibili. Come dire, sarebbe meglio che Renzi anticipasse la riduzione fiscale su lavoro e aziende e rinviasse quella sugli immobili.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ISTAT, SALE OCCUPAZIONE

Quest’anno l’occupazione aumenterà dello 0,6% in termini di unità di lavoro, mentre il tasso di disoccupazione scenderà al 12,1%, per poi attestarsi all’11,5% nel 2016 e segnare un ulteriore ribasso

POVERI PUR LAVORANDO

Anche chi lavora rischia di precipitare in uno stato di povertà. E’ la conseguenza del fatto che l’Europa ha disinvestito nel welfare, tagliando la spesa sociale per 230 miliardi. Un Rapporto

VITIGNOITALIA: NAPOLI CAPITALE ENOICA

Oltre 250 aziende, di cui circa 200 cantine e un totale di 1.000 etichette, 5.000 inviti a operatori – tra ristoratori, chef, enotecari – e una selezione di importanti buyer

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento