POLETTI: CONFERMA DELLA RIPRESA

image_pdfimage_print

I dati Inps confermano e rafforzano una tendenza positiva, evidenziatasi a inizio anno e consolidatasi in tutti i mesi successivi, di consistente riduzione dell’utilizzo di tutte le tipologie di ammortizzatori sociali. E’ il parere soddisfatto del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, secondo il quale “questi dati si affiancano a tutti gli elementi di positività sugli andamenti economici e del lavoro registrati negli ultimi mesi e confermano che la ripresa in Italia è una realtà e che le riforme stanno funzionando”. Per il governo un segnale che fa ben sperare per il futuro.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Cellulari aziendali: secondo l’Agenzia delle Entrate i rimborsi vanno tassati

All’ interpello di un gruppo bancario sul rimborso delle spese per i telefoni cellulari aziendali, l’Agenzia delle Entrate ha risposto con la risoluzione n°74/E dichiarando che i rimborsi delle spese

DADA ASSUME IN TOSCANA E LOMBARDIA

DADA, leader internazionale nei servizi professionali per la presenza in Rete, seleziona Sales Account, Sales OBP, Senior Software Developer, Linux system and storage Administrator e Research Associate. Le sedi di

Istat: a luglio fatturato Industria +2,1%, calano gli ordinativi

Secondo quanto emerge dalle rilevazioni diffuse dall’Istat, a luglio, il fatturato dell’industria italiana sale del 2,1% rispetto al mese precedente, mentre gli ordinativi segnano una flessione del 10,8%, dato che

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento