RISALE LA PRODUTTIVITA’

image_pdfimage_print

Tra aprile e giugno 2015 si è registrato un miglioramento degli andamenti del mercato del lavoro, ed è tornata a crescere anche la produttività. Nel dettaglio, la produttività oraria a livello congiunturale è risultata sopra lo zero, anche se per un solo decimo (+0,1%). Lo segnala l’Istat, sottolineando che  c’è stata, nello stesso lasso di tempo, anche una significativa discesa delle ore di cassa integrazione guadagni. Un altro segnale che fa ben sperare per il futuro dell’economia.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

RENZI SUL JOBS ACT

“Per il me il Jobs Act ha funzionato, per altri no, ma ora in Italia non si parla più di riforma del mercato del lavoro. La riforma elettorale è lì,

INARCASSA, CON SANZIONI PIÙ BASSE VICINI AD ISCRITTI

Un sistema nuovo sanzionatorio, “per rendere la Cassa più vicina ai cittadini”. E’ quello adottato da Inarcassa, la Cassa di previdenza di ingegneri e architetti, che conta 168mila iscritti. “In

JOB ACT ATTUATO A MILANO

E’ milanese la prima agenzia pubblica a livello nazionale ad anticipare le indicazioni del Jobs Act, che prevedono l’integrazione di tutti i servizi delle politiche attive del lavoro, dell’orientamento, della

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento