Una signora, iscritta regolarmente all’ albo degli architetti, da febbraio collabora con noi come libero professionista a fattura. Quest’anno fatturerà circa l’80% con noi. Cosa ci possono contestare?

Una signora, iscritta regolarmente all’ albo degli architetti, da febbraio collabora con noi come libero professionista a fattura. Quest’anno fatturerà circa l’80% con noi. Cosa ci possono contestare?
image_pdfimage_print

Si tratta di una signora, iscritta regolarmente all’ albo degli architetti, che da febbraio collabora con noi come libero professionista a fattura.  Cura una parte della manualistica, le fiere e quant’altro può concernere la sua attività.

In base alle nuove disposizioni di legge (art. 2 del decreto legislativo n. 81/2015) potranno essere considerati rapporti di lavoro subordinato, i rapporti di collaborazione che si concretizzano in prestazioni di lavoro esclusivamente personali, continuative e le cui modalità di esecuzione sono organizzate dal committente anche con riferimento ai tempi e al luogo di lavoro.

Detto questo, per il caso prospettato, ritengo che non ci siano problemi in quanto:

  1. l’attività svolta dalla collaboratrice non rientra nel core business dell’azienda;
  2. il lavoro non è continuativo;
  3. l’attività rientra nelle attività per le quali è iscritta all’albo degli architetti.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 450 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Nel calcolo delle 30 giornate effettive di lavoro nei 12 mesi precedenti, per avere la NASPI, rientrano anche i giorni di malattia che hanno procurato il licenziamento per superamento del periodo di comporto?

Le giornate di lavoro effettivo per avere la NASPI sono le giornate di effettiva presenza al lavoro a prescindere dalla loro durata oraria. In particolare, esse sono indicate nel flusso

Posso trasformare un contratto di collaborazione a progetto in contratto autonomo a partita IVA?

E’ possibile  trasformare un contratto di collaborazione a progetto in contratto autonomo a partita IVA. Tenga presente che alla forma deve seguire la sostanza. In pratica, il rapporto di lavoro

Cosa significa obbligo di diligenza ?

L’art. 2094 c.c. afferma che il lavoratore deve usare la diligenza richiesta dalla natura della prestazione e dall’interesse dell’impresa. La valutazione della diligenza (Cass., n. 13530/2008) deve tenere conto della

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento