SGRAVI FINITI I SOLDI

image_pdfimage_print

Le risorse stanziate dalla Legge di Stabilità per gli sgravi contributivi a favore dei nuovi assunti a tempo indeterminato si sono già esaurite. Lo spiegano  i Consulenti del lavoro, calcolando la spesa sui 787.000 assunti con l’esonero contributivo nei primi 7 mesi.  Secondo i consulenti, al 31 agosto erano stati spesi poco meno di due miliardi, a fronte del miliardo e 800 milioni stanziati. Entro fine anno si assumeranno con sgravi oltre un milione di persone, per quasi 5 miliardi di spesa e un conseguente buco di 3 miliardi. Il rischio che le risorse appostate dal governo per gli sgravi potessero non essere sufficienti era molto concreto, ora bisogna correre ai ripari per il 2015 e poi fare scelte più mirate per il prossimo anno.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SACCONI: "CON STATUTO LAVORI AUTONOMI PIÙ WELFARE PER PARTITE IVA"

“Vedremo il testo quando sarà consegnato alle Camere: mi sembra che sarà per lo più dedicato alle tutela delle partite Iva e soprattutto di quelle più deboli”. Così il presidente

TASSE SUL LAVORO

Il sindacato chiede da anni una riduzione delle tasse sul lavoro. Invece il governo interviene sulla Tasi, quando l’Europa stessa suggerisce all’Italia di ridurre strutturalmente l’imposizione fiscale su imprese e

Inps: Tito Boeri in difesa dei Rider della Gig economy

Anche l’Istituto di previdenza a preso a cuore la situazione paradossale dei rider, infatti, il presidente Inps Tito Boeri dichiara: “Stiamo lavorando”, “per definire forme di monitoraggio delle piattaforme di

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento