SENTENZA SUL DE MINIMIS

image_pdfimage_print

La verifica sull’importo complessivo degli aiuti de minimis accordati alla stessa impresa va effettuata su tre esercizi finanziari e non su tre anni. Lo ha chiarito la Corte d’Appello dell’Aquila con la sentenza 757 del 25 giugno 2015. Dal 1° gennaio 2007 è stato incrementato il limite degli aiuti da 100.000 a 200.000 euro. La Fondazione Studi dei consulenti del lavoro critica l’Inps, la quale, nelle sue verifiche, si è sempre rifatta a un criterio più restrittivo. A questo punto è auspicabile che l’Istituto presieduto da Boeri prenda atto di questa sentenza e comunichi agli ispettori il nuovo orientamento giurisprudenziale.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento