LABOR: UE CAMBI POLITICA

“La politica comunitaria ha finora troppo spesso premuto sul tasto dell’austerità invece che su quello volto a creare nuove opportunità lavorative all’interno degli Stati membri”, è il commento del sindacato Labor alle parole del presidente Junker. Per il sindacato, non c’è più spazio per ulteriori errori. L’auspicio è che, come la Germania ha mutato positivamente atteggiamento nei confronti dell’accoglienza ai migranti, così l’Europa faccia lo stesso a favore di politiche economiche più espansive e meno rigoriste di quelle attuali.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Emanuele Imperiali

A cura di : Emanuele Imperiali

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)