DECOLLA L’ANPAL

image_pdfimage_print

Da gennaio o febbraio le politiche attive del lavoro diventeranno finalmente una realtà. La promessa è del ministro del Lavoro Poletti, dopo il varo del terzo decreto attuativo del job act discusso oggi dal governo. Previsto l’accordo con le Regioni per mantenere e rafforzare i centri dell’impiego; intanto decollerà  l’Anpal, l’Agenzia nazionale per le politiche attive.  Paolo Reboani, presidente di Italia Lavoro, è convinto che la società pubblica possa essere al centro della nuova stagione delle politiche attive. L’auspicio è che non si saluti con soddisfazione l’avvento dell’Anpal, per poi vedere che tutto cambia per restare esattamente come era prima.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Periodo di comporto: specifica sui giorni in caso di licenziamento

Con la sentenza n. 18196 del 16 settembre 2016, la Corte di Cassazione ha affermato l’illegittimità di un licenziamento comminato per superamento del periodo di comporto dove non sia possibile,

BMW: ASSUNZIONI E STAGE

Il Gruppo BMW è alla ricerca di personale da inserire nel proprio organico sia tramite contratto di lavoro sia in stage. I tirocini BMW sono rivolti a giovani anche senza

RENZI ALLE PARTI SOCIALI. FATE PRESTO

Duro monito del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, rivolto alle parti sociali: “Sulla contrattazione, o interverranno sindacati e Confindustria o intervengono Parlamento e governo – assicura il premier – perché,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento