DUE ANNI DI NASPI

image_pdfimage_print

L’assegno contro la disoccupazione involontaria, meglio noto come Naspi, durerà due anni. E la cassa integrazione guadagni è stata ricondotta alla sua versione originale. L’ammortizzatore sociale, in costanza di rapporto di lavoro, durerà 24 mesi in un quinquennio, periodo che può salire fino a 36 se si usa la solidarietà. Sulle aliquote si applicherà una sorta di meccanismo bonus malus, paga di più chi più usa la Cig. E’ il contenuto del secondo decreto attuativo sul job act varato oggi dal governo e dovrebbe evitare gli eccessi del recente passato.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

INGLESI CRITICANO CORTE GIUSTIZIA EUROPEA SU LAVORO

Dura risposta degli imprenditori inglesi alla sentenza di ieri della Corte di Giustizia europea sugli spostamenti che valgono come orario di lavoro. Le Camere di commercio del Regno Unito puntano

GARANZIA GIOVANI: PRESI IN CARICO, +15,6% IN UNA SETTIMANA

Continua a crescere il numero dei giovani presi in carico e quello dei giovani ai quali è stata offerta un’opportunità concreta tra quelle previste dal programma Garanzia Giovani. Al 14

ANZIANI, 3,2 MILIONI LAVORANO

Molti anziani in Italia ancora lavorano. E non solo per disporre di una quota di reddito aggiuntiva. Sono 3,2 milioni quelli che già lavorano regolarmente o di tanto in tanto.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento