fbpx

DECRETI AL CDM

All’esame del Consiglio dei ministri di oggi gli ultimi quattro decreti attuativi del Jobs Act. In questo modo il governo termina la fase attuativa indispensabile per garantire la piena operatività della riforma del mercato del lavoro. I quattro decreti riguardano gli ammortizzatori sociali, la semplificazione, l’avvio di un’agenzia unica ispettiva e le politiche attive del lavoro. C’è grande attesa per capire come si regoleranno Renzi e Poletti, soprattutto sul tema controverso dei controlli dei lavoratori a distanza.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CALLIPO (CONFSAL SALFI) SU PRODUTTIVITÀ

“L’implementazione della produttività, in termini quantitativi, ma soprattutto qualitativi, è direttamente ascrivibile, in molti casi, e quindi dipendente da una diminuzione dell’orario lavorativo. Lavorare meno non solo abbatte lo stress,

INAIL: DA OGGI SERVIZI ACCESSIBILI ANCHE CON SPID

“L’Inail è una delle prime amministrazioni ad adottare Spid, l’innovativo sistema di autenticazione ideato dall’Agenzia per l’Italia digitale (Agid) che permette a cittadini e imprese di accedere con credenziali uniche

RENZI: + 300 MILA AL LAVORO

Ci sono oltre 300 mila italiani in più al lavoro da quando il governo ha imboccato la strada del JobsAct. Lo fa notare il premier, Matteo Renzi, che ricorda come

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento