ASSUNZIONI NELLA SCUOLA

I sindacati si schierano contro gli spostamenti da Sud a Nord di professori assunti dopo il varo della Buona Scuola. Il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, pur giudicando positivamente le assunzioni, guarda con preoccupazione a un’altra fase di esodi nel mercato del lavoro, in particolare di insegnanti dalle regioni meridionali a quelle settentrionali. “Bisogna intervenire per correggere alcuni punti – afferma il sindacalista – perchè sono state commesse delle iniquità”. Ma non era una grave iniquità anche il precariato a vita che caratterizzava fino a ieri il mondo della scuola?

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

VIGILI DEL FUOCO: BANDO PER 12 ATLETI FIAMME ROSSE

Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha pubblicato un bando per lavorare come atleti nel loro Gruppo sportivo Fiamme Rosse. Sono dodici gli atleti ricercati. La scadenza è il

LAVORO AL SUD

Per il Mezzogiorno si rafforza la decontribuzione per le assunzioni a tempo indeterminato, allungandone la durata di un anno rispetto alle altre aree del Paese, mentre il tetto resterebbe a

CONFSAL UNSA SU CONTRATTI PA

“Non siamo più disposti ad accettare che valori quali ‘democrazia’, ‘rispetto del dialogo sociale’, ‘rispetto dei lavoratori’ siano considerati un optional da questo governo”. Lo dichiara Massimo Battaglia, segretario generale

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento