SUSSIDI IN USA

image_pdfimage_print

Nell’ultima settimana di agosto le richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono aumentate di 12mila unità:  dai 271 mila della rilevazione precedente a 282 mila. Lo rende noto il dipartimento del Lavoro americano. Si tratta di un dato superiore alle attese degli analisti, i quali stimavano che non avrebbero superato le  275 mila. E’ la dimostrazione tangibile che ci sono ancora gli ultimi contraccolpi della grave recessione la cui durata di sette anni è stata la più lunga del Dopoguerra.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

OCCUPAZIONE NEL COMMERCIO

I dati Istat sulle vendite al dettaglio, che segnalano una crescita congiunturale dello 0,4%, sono il sintomo di una tendenza alla ripresa della domanda, secondo l’Ufficio Studi di Confcommercio. La

CONSULENTI DEL LAVORO SU LICENZIAMENTI

La Corte di Cassazione è intervenuta sulla disposizione contenuta nello Statuto dei Lavoratori (art.7) che fissa in 5 giorni il termine per adottare una sanzione disciplinare a danno del lavoratore,

AL VIA 'MARCA 2016' FRA DISTRIBUZIONE E SOSTENIBILITÀ

Apre domani, 13 gennaio, a Bologna, ‘Marca 2016′, il grande Salone internazionale sui prodotti a marca del distributore (Mdd) organizzato da BolognaFiere in collaborazione con l’Associazione per la distribuzione moderna

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento