TASSE SU LAVORO

image_pdfimage_print

Se l’obiettivo è quello di ridurre la tassazione sul lavoro, riequilibri di bilancio favorevoli alla crescita potrebbero  prevedere tale abbassamento delle imposte. Il recupero di risorse per lo Stato avverrebbe tagliando la spesa pubblica improduttiva. Questa la proposta lanciata oggi dal Fondo Monetario Internazionale, in occasione del G20 di Ankara, per contrastare i rischi sulla ripresa globale. Il premier Renzi intende farlo, ma partendo dalle tasse sulla casa: forse sarebbe stato meglio partire dalle imposte sulle imprese e sul lavoro.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento