AGRICOLTURA E SFRUTTAMENTO

image_pdfimage_print

Il lavoro agricolo di qualità è importante, a parere del Commissario nazionale Fai-Cisl Luigi Sbarra, secondo il quale la fotografia dell’Istat presenta una forte crescita delle aziende multifunzionali e di quelle capaci di diversificare le fonti di reddito. “L’occupazione tiene – commenta il sindacalista – e anzi risulta in aumento, nelle   realtà più strutturate e innovative”. E’, perciò, necessario combattere lo sfruttamento del lavoro e il caporalato,  rendendo operative le articolazioni territoriali della cabina di regia. Un impegno che mondo del lavoro e governo  hanno assunto formalmente e che da settembre si basa su strumenti operativi di controllo e verifica.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

INPS: cir.85 – esonero contributivo per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali

L’Inps, con la circolare n. 85 del 11 maggio 2017, fornisce le indicazioni operative circa il godimento dell’esonero contributivo per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, previsto dall’art. 1, commi 344

NASpI e compatibilità nelle ipotesi di rioccupazione come OTD in agricoltura

L’INPS ha emanato il messaggio n. 1162 del 16 marzo 2018, con il quale fornisce chiarimenti in merito ad alcuni particolari aspetti connessi all’accesso all’indennità di disoccupazione NASpI e/o alla sua

Confagricoltura : territorio al centro del progetto politico

Il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, lancia un grande monito all’assemblea della generale della confederazione:- “Siamo di fronte ad un bivio: le nostre imprese devono scegliere tra la strada del

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento