AGRICOLTURA E SFRUTTAMENTO

Il lavoro agricolo di qualità è importante, a parere del Commissario nazionale Fai-Cisl Luigi Sbarra, secondo il quale la fotografia dell’Istat presenta una forte crescita delle aziende multifunzionali e di quelle capaci di diversificare le fonti di reddito. “L’occupazione tiene – commenta il sindacalista – e anzi risulta in aumento, nelle   realtà più strutturate e innovative”. E’, perciò, necessario combattere lo sfruttamento del lavoro e il caporalato,  rendendo operative le articolazioni territoriali della cabina di regia. Un impegno che mondo del lavoro e governo  hanno assunto formalmente e che da settembre si basa su strumenti operativi di controllo e verifica.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Emanuele Imperiali

A cura di : Emanuele Imperiali

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)