AGRICOLTURA E SFRUTTAMENTO

image_pdfimage_print

Il lavoro agricolo di qualità è importante, a parere del Commissario nazionale Fai-Cisl Luigi Sbarra, secondo il quale la fotografia dell’Istat presenta una forte crescita delle aziende multifunzionali e di quelle capaci di diversificare le fonti di reddito. “L’occupazione tiene – commenta il sindacalista – e anzi risulta in aumento, nelle   realtà più strutturate e innovative”. E’, perciò, necessario combattere lo sfruttamento del lavoro e il caporalato,  rendendo operative le articolazioni territoriali della cabina di regia. Un impegno che mondo del lavoro e governo  hanno assunto formalmente e che da settembre si basa su strumenti operativi di controllo e verifica.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Startup e contadini 4.0: il futuro del settore agroalimentare

Il settore agroalimentare svolge un ruolo determinante nel sistema produttivo italiano, sia da un punto di vista occupazione, sia sotto l’aspetto di valorizzazione del territorio.  In un incontro organizzato oggi

“Estate Sicura” : presentato il report dell’operazione contro il caporalato

Sono stati presentati alla presenza del ministro del Lavoro Giuliano Poletti e del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, ieri a Roma, i dati del report sulla campagna “Estate Sicura”. L’operazione,

CCNL operai agricoli: Fai, Flai e Uila approvano piattaforma

Approvata, nella giornata di ieri, l’ipotesi di piattaforma per il rinnovo del CCNL degli operatori agricoli e florovivaisti. Infatti, Fai, Flai e Uila, hanno anticipato l’approvazione prima della scadenza del

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento