MANAGER A MILANO

E’ Milano la città principale per la richiesta di top manager e dirigenti. Ma non solo. Nel capoluogo lombardo si pagano altresì gli stipendi più alti: il numero di opportunità lavorative, il tessuto imprenditoriale sia pubblico che privato e un più elevato costo della vita giustificano retribuzioni sopra la media rispetto al resto d’Italia. E’ sempre vivo infine l’interesse per i profili internazionali, top manager che abbiano vissuto e gestito contesti diversi e multiculturali. Non a caso la metropoli meneghina è la capitale economica d’Italia.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

AL VIA IL RADUNO NAZIONALE DEI CAMPANARI

I campanari italiani si raduneranno per la 56ma volta, sabato 4 e domenica 5 giugno, a Mombaruzzo (Asti). Le diverse scuole del sistema ambrosiano, alla bolognese, ligure, modenese, friulana, veronese,

UIL SU PENSIONI

“Il lavoro svolto sino ad ora dai Sindacati e dal Governo al tavolo sulla previdenza è stato positivo. Resta il nodo delle risorse per tradurre i capitoli oggetto del confronto

IN USA SINDACATO FA ADEPTI SU FACEBOOK

Il sindacato americano sperimenta strade nuove per far valere i diritti dei lavoratori e punta con decisione sui social media. E’ quanto ha fatto la United Auto Workers (Uaw, sindacato

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento