235 MILA POSTI IN PIU’

235.000 posti di lavoro in più non sono poca cosa. “Il nostro – spiega il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi – non è il governo dei sindacati o della Confindustria, ma di persone normali che stanno cercando di lavorare per il bene comune”. Secondo il premier, è inspiegabile che, nel giorno in cui ci sarebbero da festeggiare , ci si perda nelle polemiche. “Che vogliamo fare, ci prendiamo le critiche e le utilizzeremo per fare meglio – conclude il capo del governo – Ma la verità à che agli italiani delle polemiche del sindacalista o del confindustriale non gliene frega proprio nulla”. E ha ragione, perchè, una volta tanto che c’è un dato positivo, sarebbe meglio riconoscerlo tutti, senza strumentalizzazioni di parte.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Emanuele Imperiali

A cura di : Emanuele Imperiali

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)