ASSUNZIONI AMAZON

image_pdfimage_print

Amazon ha fatto 300 nuove assunzioni a tempo indeterminato in Italia durante i primi sei mesi del 2015. Il gigante delle vendite on line ha aperto i suoi uffici nel nostro Paese con 150 lavoratori nell’ottobre del 2011. Oggi i dipendenti delle diverse società del gruppo sono oltre 1.250, di cui 270 a Milano, 250 a Cagliari e 750 a Castel San Giovanni. I lavoratori ricoprono diverse funzioni, dalla logistica al marketing, e poi ingegneri meccanici e del packaging, buyer, designer, account manager, specialisti in digital marketing, addetti alle operazioni di magazzino e al centro di assistenza ai clienti. Sono i settori innovativi che creano occupazione in Italia.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Istat, audizione Commissioni di Bilancio Camera e Senato: “continua la crescita, ottobre positivo”

Il presidente dell’Istat, Giorgio Alleva, è intervenuto davanti alle Commissioni di Bilancio di Camera e Senato. L’Istituto è alla prima audizione per discutere della Legge di Bilancio. Alleva ha indicato

COLDIRETTI SU DANNI AGRICOLTURA TERREMOTO

Ammontano a milioni di euro i danni per il settore agricolo provocati dal sisma di mercoledì notte in un’area in cui “è necessario far ripartire l’attività in un territorio a

INPS-AGID, INSIEME PER SERVIZI DIGITALI A CITTADINI

L’Inps e L’Agenzia per l’Italia Digitale uniscono le forze per avvicinare i cittadini ai servizi digitali della Pa e, per chi ancora non comunica con la pubblica amministrazione via internet,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento