Licenziamento disciplinare per sviamento di clientela

image_pdfimage_print

La Corte di Appello di Genova, con sentenza n. 66 del 25 febbraio 2015, ha affermato che ricorrono gli estremi del licenziamento disciplinare nell’ipotesi in cui, venendo meno al principio di fedeltà, un dipendente consigli un cliente di rivolgersi ad altro fornitore: la legittimità del licenziamento sussiste pur se il cliente non ha seguito il consiglio.

 

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 265 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Lavoro Accessorio – distribuzione voucher presso sportelli bancari [INPS]

L’Inps ha comunicato che dal 4 novembre 2015 è possibile acquistare e riscuotere i voucher, per Lavoro Accessorio, anche presso la Cassa di Risparmio di Bra del Gruppo BPER che

INPS: Limiti utilizzo buoni di lavoro accessorio di cui al Dl. vo n.81/2015

Termine di utilizzabilità dei voucher acquistati prima del 17 marzo 2017 Come noto, il Decreto legge 17 marzo 2017, n. 25, recante “Disposizioni urgenti per l’abrogazione delle disposizioni in materia

Inps: circolare 78/2014 – sgravio contributivo per l’incentivazione della contrattazione di secondo livello per l’anno 2013

L’Inps, con la circolare n. 78 del 17 giugno 2014, fornisce le prime indicazioni per lo sgravio contributivo sulle erogazioni previste dai contratti collettivi di secondo livello (disciplinato dalla legge n. 92/2012 e

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento