Esiste un tetto entro il quale lo stato finanzia lo sgravio contributivo nel triennio 2015-2017? Inoltre, la normativa parla di 36 mesi da intendersi come periodo fisso o mobile?

Esiste un tetto entro il quale lo stato finanzia lo sgravio contributivo nel triennio 2015-2017? Inoltre, la normativa parla di 36 mesi da intendersi come periodo fisso o mobile?
image_pdfimage_print

I 36 mesi vanno dal 1/1/2015 al 31/12/2017 oppure se io assumo oggi un indeterminato beneficio dello sgravio fino al 29/07/2018?

Il tetto, entro il quale lo stato finanzia lo sgravio contributivo, è previsto nella norma stessa (2 miliardi di euro). Il triennio è mobile, sempreché l’assunzione venga fatta entro il 31 dicembre 2015
(esempio: assunzione il 1′ ottobre 2015, l’agevolazione durerà sono al 30 settembre 2018).

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 458 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Posso trasformare un contratto di collaborazione a progetto in contratto autonomo a partita IVA?

E’ possibile  trasformare un contratto di collaborazione a progetto in contratto autonomo a partita IVA. Tenga presente che alla forma deve seguire la sostanza. In pratica, il rapporto di lavoro

Vorremmo far computare dal CPI un lavoratore che è diventato invalido durante il rapporto. Quali documenti devo presentare?

Stiamo parlando di computo ai sensi dell’art. 4, comma 4, della Legge 68/1999. Al fine di far computare il lavoratore nella quota di riserva prevista dall’art. 3 della Legge 68/1999,

Posso detassare il premio risultato che non raggiunge i requisiti per la detassazione del 10%, qualora lo converta in welfare?

L’Agenzia delle Entrate, nella sua circolare n. 28/2016 (pagina 19 e 20), stabilisce che le agevolazioni previste dai commi 182 e ss. della legge 208/2015, al welfare sono applicabili esclusivamente

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento