Chiarimenti operativi sulla NASpI [Inps]

image_pdfimage_print

Con circolare n. 142 del 29 luglio 2015, l’INPS ha fornito alcuni chiarimenti concernenti la fruizione della NASpI, integrativi di quanto già affermato con la circolare n. 94/2015.

Questi gli aspetti più importanti affrontati.

I periodi di aspettativa sindacale, quelli di CIG in deroga a zero ore e quelli di lavoro all’estero in Paesi non convenzionati con l’Italia, vanno considerati come neutri. Ciò, nella sostanza, comporta un ampliamento del quadriennio entro il quale ricercare la  contribuzione utile per la nuova indennità.

Con al medesima circolare l’Istituto ha preso atto dei contenuti dell’interpello n. 13/2015 della Direzione Generale per l’Attivita’  Ispettiva del Ministero del Lavoro secondo il quale hanno diritto alla NASpI sia i lavoratori che hanno accettato l’offerta di conciliazione ex art. 6 del D.L.vo n. 23/2015 che quelli che hanno subito un licenziamento di natura disciplinare.

La circolare ha chiarito alcune cose relative al lavoro  accessorio precisando che fino ad un massimo di 3.000 euro netti corrisposti con i voucher la NASpI non subisce alcuna decurtazione.

Qualora questi compensi raggiungano la soglia dei 7.000 euro netti l’indennità di disoccupazione corrisposta subisce una decurtazione. Il lavoratore ha 30 giorni di tempo per informare l’INPS.

Anche sul lavoro intermittente vengono fornite precisazioni: se il lavoratore gode ( cosa rara) della indennità di disponibilità mantiene il trattamento NASpI se la somma tra i compensi e il trattamento di sostegno non supera gli 8.000 euro. Se il lavoratore non e’ obbligato a rispondere alla chiamata la NASpI resta sospesa per le giornate di effettiva occupazione. Resta ferma la cumulabilità se il reddito complessivo non supera gli 8.000 euro e il lavoratore mantiene lo status di disoccupato.

Fonte: Inps

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

INPS: l’Osservatorio sul precariato con i dati di luglio 2018

L’INPS ha pubblicato, in data 20 settembre 2018, i dati di luglio 2018 dell’Osservatorio sul precariato. Le assunzioni nel settore privato, nel periodo gennaio-luglio 2018, sono state 4.597.299, in aumento del 6,5% rispetto allo stesso

Lavoratori stagionali: dal Governo maggiori tutele

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, nella seduta n. 137 del 26 ottobre 2016, in esame definitivo, il decreto legislativo di attuazione della Direttiva 2014/36/UE sulle condizioni d’ingresso e soggiorno

Ministero del Lavoro: individuazione dei lavoratori svantaggiati e molto svantaggiati

È stato pubblicato il Decreto ministeriale del 17 ottobre 2017 con cui, ai sensi dell’art. 31, comma 2, del Decreto Legislativo n. 81/2015, sono individuati i lavoratori svantaggiati e molto

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento