fbpx

La mia azienda sta acquisendo una società che ha molti contratti a termine. Questi dipendenti a tempo determinato vengono computati nel mio limite massimo, sforando la percentuale prevista dal contratto collettivo?

La mia azienda sta acquisendo una società che ha molti contratti a termine. Questi dipendenti a tempo determinato vengono computati nel mio limite massimo, sforando la percentuale prevista dal contratto collettivo?

Per quanto riguarda i rapporti di lavoro a tempo determinato esenti dal computo del limite massimo previsto dal contratto collettivo nazionale, rientrano i rapporti a termine acquisiti nelle ipotesi di trasferimenti d’azienda o di rami di azienda (circolare Min. Lavoro n. 18/2014). Logicamente l’esenzione cessa al termine del rapporto di lavoro ed una eventuale riassunzione porterà al computo ai fini dei limiti quantitativi.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 695 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

È possibile che la norma sulle nuove prestazioni occasionali abbia escluso le aziende sopra i 5 dipendenti? Non ci sono alternative?

Sì, è proprio così. Le imprese possono utilizzare lavoratori occasionali esclusivamente qualora abbiano alle proprie dipendenze al massimo 5 lavoratori subordinati a tempo indeterminato (da questo parametro sono escluse le

Assente da lavoro da 11 giorni e in scadenza del periodo di prova, cosa fare?

Ho un lavoratore che da 11 giorni è assente a lavoro, ho provato a chiamarlo ma non mi risponde. Tra qualche giorno terminerà il periodo di prova, cosa mi consiglia

Il co.co.co. per pensionati di vecchiaia non è previsto nella bozza di decreto sul riordino delle tipologie contrattuali?

No, non è previsto il co.co.co. (contratto di collaborazione coordinata e continuativo ) per pensionati di vecchiaia. Il contratto di collaborazione, così come evidenziato dall’art. 47 dalla bozza del decreto

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.