Per quanto tempo va tenuta e conservata la documentazione del lavoro?

Il libro unico del lavoro deve essere conservato “per la durata di cinque anni dalla data dell’ultima registrazione” nel rispetto delle misure di garanzia e delle disposizioni di tutela previste in materia di protezione dei dati personali. Il dimezzamento del periodo di conservazione (prima fissato in 10 anni) è esteso anche ai libri obbligatori (matricola, paga, presenze) dismessi e quindi non più operativi e decorre dall’ultima registrazione o dalla messa in uso. In considerazione della natura di documento dinamico del libro unico l’indisponibilità delle scritture in uso relative ai cinque anni precedenti configura in ogni caso una mancata tenuta, nei limiti prescrizionali dell’illecito amministrativo. Eventuali ulteriori indicazioni di carattere generale potranno essere richieste alla superiore Direzione generale per l’attività ispettiva, mediante la procedura ad interpello di cui all’art. 9 del decreto legislativo 23 aprile 2004, n. 124.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Possiamo applicare al premio di risultato le disposizioni che evidenziano la completa detassazione e decontribuzione del premio stesso?

La detassazione e la decontribuzione potranno avvenire qualora il CCAL preveda la sostituzione del premio di risultato attraverso un piano welfare. Le caratteristiche del premio di risultato dovranno seguire le

È già obbligatoria la comunicazione dei lavoratori accessori (voucher) alla sede territoriale dell’ Ispettorato nazionale del lavoro?

La comunicazione non è ancora operativa per 2 motivi: Il correttivo deve essere pubblicato in Gazzetta ufficiale; Deve essere emanato un Decreto del Ministero del Lavoro che identifichi la procedura

Mi è stato proposto un contratto di apprendistato ma io avevo un diritto di precedenza avendo cessato un rapporto di lavoro a termine di 8 mesi. Non ho diritto ad un contratto a tempo indeterminato?

Il contratto di apprendistato è un contatto a tempo indeterminato e qualora Lei non abbia già acquisito la qualifica proposta nel contratto di apprendistato, il datore di lavoro ha la

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento