Un lavoratore che percepisce un’indennità di sostegno del reddito può prestare la propria attività attraverso il lavoro accessorio ?

image_pdfimage_print

L’art. 8 della legge n. 15/2014 ha prorogato al 31 dicembre 2014 la possibilità per i titolari di prestazioni di sostegno al reddito, di effettuare prestazioni di lavoro accessorio nel limite massimo di 3.000 euro netti riferiti a tutto l’anno ed a più committenti, senza che ciò incida sulle prestazioni ricevute. Il reddito da lavoro accessorio che supera il limite non è integralmente cumulabile e ad esso va applicata la disciplina ordinaria sulla compatibilità ed eventuale cumulabilità parziale della retribuzione.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 479 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Sono disoccupato, volevo sapere se ho diritto all’Assegno di Ricollocazione.

L’Assegno di ricollocazione è destinato a chi ha la NASpI (indennità di disoccupazione) da almeno 4 mesi. Si tratta di una somma che il disoccupato può utilizzare indirettamente attraverso soggetti

È possibile utilizzare un contratto intermittente dopo un contratto a termine?

La fattibilità (o meno) del successivo contratto intermittente dopo un ordinario contratto a termine dipende dalla risposta alla seguente domanda: il motivo di stipulare un contratto a chiamata è dovuto

Lo sgravio previsto dalla L.190/2014 per gli assunti a tempo indeterminato vale anche per coloro che avendone i requisiti sono stati assunti a seguito di accesso ispettivo ?

Poiché’ la Circolare dell’Inps n. 17 del 29/01/2015 rileva in premessa  che lo scopo dell’esonero è quello di promuovere l’occupazione stabile attraverso l’utilizzo dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento