Ad agosto 800 euro lordi di arretrati per pensioni da 1500 [sentenza Consulta]

Ad agosto 800 euro lordi di arretrati per pensioni da 1500 [sentenza Consulta]
image_pdfimage_print

Tempo un mese o poco più e ad agosto i pensionati con 1.500 euro lordi di assegno riceveranno circa 800 euro lordi di rimborso, mentre il loro trattamento mensile salirà a 1.525 circa, per arrivare a 1.541 dal 2016. L’Inps ha pubblicato la circolare con le istruzioni operative per avviare l’attuazione della sentenza della Corte costituzionale sulle mancate rivalutazioni dei trattamenti superiori a tre volte quello minimo.

L’Inps, in particolare, si muove sulla base del decreto legge del governo di maggio scorso che ha previsto di fatto mini-rimborsi e mini-adeguamenti rispetto a quanto sarebbe costata la piena attuazione della sentenza.

Ma vediamo i dettagli della circolare.

La sentenza della Corte

Il presupposto è la sentenza della Corte costituzionale, n. 70 del 2015 (pubblicata in G.U. n.18 del 6.5.2015), che ha dichiarato illegittima la riforma Fornero del 2011 che ha riconosciuto la rivalutazione dei trattamenti pensionistici rispetto all’inflazione nella misura del 100% esclusivamente alle pensioni di importo complessivo fino a tre volte il trattamento minimo Inps: fino a … continua …

Continua la lettura su Miowelfare.it

Sull' autore

Angelo Raffaele Marmo
Angelo Raffaele Marmo 22 posts

Angelo Raffaele Marmo è giornalista, scrittore, esperto di welfare. Laureato con lode in Scienze Politiche alla Luiss di Roma, ha lavorato come giornalista economico alla redazione romana de Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno. Dal 2001 al 2008 è stato il capo della redazione romana dei tre giornali. Dal 2008 al 2011 è stato capo ufficio stampa e portavoce del Ministro del Lavoro. Dal 2010 al 2013 è stato Direttore generale della comunicazione in materia di lavoro del Ministero del Welfare. Attualmente è Direttore della comunicazione e relazioni istituzionali della Fondazione Enasarco. Cura il canale «Le nostre pensioni» per il portale www.quotidiano.net Scrive di economia e politica per il Quotidiano nazionale. E’ direttore editoriale della rivista dell’Inas-Cisl «Nuove tutele». Ha fondato con altri soci la start up www.miowelfare.it, di cui è Presidente. Ha scritto: Lavorare in affitto (Franco Angeli, 1999); Lavoro interinale, Guida al contratto (Edizioni Lavoro, 2003); Anni flessibili (Edizioni lavoro, 2008); Le nuove pensioni (Oscar Mondadori, 2012).

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

[INPS] Gestione separata, la ricongiunzione diventerà più facile

In futuro i contributi versati alla gestione separata dell’Inps potrebbero essere ricongiungibili con quelli accantonati in altre gestioni previdenziali. «Ad oggi – ha dichiarato ieri all’Ansa il responsabile economico del

Consulta: congedo straordinario per l’assistenza al genitore anche al figlio non convivente

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 232 depositata il 7 dicembre 2018, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 42, comma 5, del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, là dove non prevedeva

Tfr in busta paga, il grande flop (annunciato)

Anche ad agosto trova conferma il flop sull’anticipo del Tfr in busta paga, rilevato già a fine maggio dall’Osservatorio della Fondazione Studi. A cinque mesi dall’entrata in vigore del provvedimento, infatti,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento