Rappresento un’azienda. Ho sentito parlare dell’ASSE.CO, quale asseverazione alla regolarità del datore di lavoro. Mi può dire di cosa si tratta?

Rappresento un’azienda. Ho sentito parlare dell’ASSE.CO, quale asseverazione alla regolarità del datore di lavoro. Mi può dire di cosa si tratta?

Lo scorso anno il Ministero del Lavoro ed il Consiglio Nazione dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro hanno firmato un protocollo d’intesa per l’istituzione dell’ ASSE.CO .

Si tratta di una autodichiarazione, avallata da un Consulente abilitato, circa la mancanza di illeciti amministrativi (in materia di lavoro minorile, lavoro nero, tempi di lavoro e sicurezza sul lavoro) e la sussistenza dei requisiti per il rilascio del DURC, oltre al rispetto della contrattazione collettiva.

A fronte del rilascio dell’ ASSE.CO , la DTL non può effettuare visite ispettive presso l’azienda se non in caso di denuncia, indagine da parte dell’autorità giudiziaria o per controlli a campione sulla veridicità delle dichiarazioni presentate con l’ ASSE.CO .

In pratica si tratta di un riconoscimento della regolarità dei comportamenti del datore di lavoro in materia di lavoro e legislazione sociale.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 510 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

E’ possibile instaurare una collaborazione a progetto con una segretaria per il mio studio professionale?

In linea generale, la risposta è negativa, in quanto più volte il Ministero del Lavoro è intervenuto sull’argomento per evidenziare che le collaborazioni ha progetto devono avere un grado elevato

È possibile che il CPI attivi un tirocinio per coprire l’obbligo dei disabili previsto dalla L.68/1999?

  Il tirocinio è attivabile ai sensi dell’art. 11, comma 2, della legge n. 68/1999. Ciò significa che va fatta una convenzione tra la ditta ed il servizio disabili del

Se erogo l’indennità di trasferta oltre i limiti previsti dalla legge, la quota esente rimane tale?

  Se erogo l’ indennità di trasferta oltre i limiti previsti dalla legge, la quota esente rimane ed il resto viene considerato retribuzione e come tale tassato e contribuito? Oppure

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento