Esistono delle regole dettate da CCNL o leggi o prassi in uso in merito alla pausa pranzo (durata, modalità, etc) per i dipendenti ?

esperto_camera

L’articolo 8 del D.L.vo n. 66/2003 C prescrive obbligatoriamente una pausa di almeno 10 minuti (o quanto stabilito dal Ccnl di riferimento) nel caso di superamento delle 6 ore di lavoro. Detto ciò, se il Ccnl di riferimento non prevede nulla in merito alla pausa, ritengo che l’azienda debba disciplinarla e prevedere uno “stacco” per il riposo psico-fisico del lavoratore al raggiungimento delle 6 ore di lavoro (o anche prima ma sempre se il rapporto supera le 6 ore). Le riporto uno stralcio dell’articolo 8: “in difetto di disciplina collettiva che preveda un intervallo a qualsivoglia titolo attribuito, al lavoratore deve essere concessa una pausa, anche sul posto di lavoro, tra l’inizio e la fine di ogni periodo giornaliero di lavoro, di durata non inferiore a dieci minuti e la cui collocazione deve tener conto delle esigenze tecniche del processo lavorativo.”

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Roberto Camera

A cura di : Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)