La legge prevede l’esenzione triennale anche per i tempi determinati confermati a tempo indeterminato. Vale solo per i tempi determinati già in atto al 01/01/2015, o anche per le assunzioni fatte oggi a tempo determinato, che verranno confermati  entro  il  31.12.2015?

La legge prevede l’esenzione triennale anche per i tempi determinati confermati a tempo indeterminato. Vale solo per i tempi determinati già in atto al 01/01/2015, o anche per le assunzioni fatte oggi a tempo determinato, che verranno confermati  entro  il  31.12.2015?
image_pdfimage_print

Qualsiasi tempo determinato che verrà trasformato a tempo indeterminato entro il 31 dicembre 2015 sarà soggetto a decontribuzione/ esenzione (sempreché non finiscano prima i soldi a disposizione dell’Inps); ciò indipendentemente da quando è stato stipulato il contratto a termine.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 443 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho una azienda che lavora in modo discontinuo, come faccio senza i voucher?

Da sabato 17 marzo 2017 è vigente il Decreto Legge n. 25/2017 che abroga, dalla stessa data, il Lavoro Accessorio. Viene lasciato un periodo transitorio, per i voucher acquistati in

Se il contratto collettivo applicato nella mia azienda non prevede le modalità di effettuazione dello straordinario , posso obbligare i lavoratori a farlo?

No. Il comma 3 dell’art. 5 del D.L.vo 66/2003 stabilisce che “in difetto di disciplina collettiva applicabile, il ricorso al lavoro straordinario è ammesso soltanto previo

Cosa si intende per obbligo di riservatezza per il lavoratore ?

Il lavoratore non può divulgare notizie riguardanti l’azienda nella quale lavora, sia quelle coperte da segreto, che quelle a carattere “neutrale” che possono recare un pregiudizio al datore. Tale ultimo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento