fbpx

Inps, sgravio contributivo per i datori di lavoro dei settori turistici

Una forma di sostegno economico ad uno dei settori più colpiti dalla pandemia

Inps, sgravio contributivo per i datori di lavoro dei settori turistici

L’Inps, nella circolare n.67/2022, ha illustrato l’agevolazione per i datori di lavoro dei settori turismo e stabilimenti termali. Come si legge nel testo, le assunzioni a termine o stagionali fruiscono di un esonero contributivo di tre mesi, che possono aumentare a sei in caso di rapporto di lavoro convertito a tempo indeterminato. A beneficiarne, però, sono solo le assunzioni e conversioni effettuate tra gennaio e marzo. Le domande dei datori di lavoro che vogliano usufruire dell’agevolazione devono essere presentate entro il 30 giugno.

Un sostegno alla crisi

L’agevolazione è stata introdotta nell’ambito delle misure a sostegno dell’economia, dopo gli effetti del Covid-19. La Commissione Europea ha dato l’ok all’agevolazione rivolta ai datori di lavoro, comprese le cooperative, dei settori del turismo e degli stabilimenti termali. L’esonero è riconosciuto ai datori di lavoro privati a prescindere dalla natura di imprenditori. L’esonero contributivo viene applicato sulle assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale effettuate dal 1° gennaio al 31 marzo 2022. In caso di conversione dei contratti in rapporti a tempo indeterminato, il bonus è riconosciuto per un periodo massimo di sei mesi a partire dalla conversione. L’agevolazione spetta anche in caso di rapporto a tempo parziale e di assunzioni a scopo di somministrazione, a patto che l’ utilizzatore che si avvale della prestazione lavorativa appartenga ai settori agevolati.

L’entità dell’agevolazione

La soglia massima di esonero della contribuzione datoriale riferita al periodo di paga mensile è, pertanto, pari a 671,66 euro (€ 8.060/12) e, per rapporti di lavoro instaurati e risolti nel corso del mese, detta soglia va riproporzionata assumendo a riferimento la misura di 21,66 euro (€ 671,66/31) per ogni giorno di fruizione dell’esonero contributivo. Nelle ipotesi di rapporti di lavoro a tempo parziale, il massimale dell’agevolazione deve essere proporzionalmente ridotto. Pertanto, qualora un rapporto di lavoro sia instaurato in regime di part-time al 50%, l’ammontare massimo dell’esonero fruibile per ogni singola mensilità sarà pari a 335,83 euro (€ 671,66/2).

I termini per la domanda

Per ottenere l’agevolazione, è necessario inviare le domande online, tramite il modulo «TUR44», entro e non oltre il 30 giugno 2022.

Per conoscere tutti i dettagli della misura, clicca qui. 

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1533 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento