fbpx

Decreto legge: sostegno a imprese e operatori economici

Decreto legge: sostegno a imprese e operatori economici

Nella seduta n. 57 del 21 gennaio 2022, il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge a sostegno delle imprese e degli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, tra i più colpiti dall’emergenza Coronavirus. Le misure urgenti sono destinate anche al contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico.

I settori interessati

A poter usufruire delle misure studiate dal Governo per fronteggiare le conseguenze delle chiusure dovute alla pandemia, saranno i seguenti settori:

  • parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici.
  • attività di organizzazione di feste e cerimonie, wedding, hotellerie, ristorazione, catering, bar-caffè e gestione di piscine
  • commercio dei prodotti tessili, della moda, del calzaturiero e della pelletteria, articoli di abbigliamento, calzature e articoli in pelle.
  • turismo, alloggi turistici, agenzie e tour operator, parchi divertimenti e parchi tematici, stabilimenti termali
  • discoteche, sale giochi e biliardi, sale Bingo, musei e gestioni di stazioni per autobus, funicolari e seggiovie
  • spettacolo, cinema e audiovisivo
  • sport

Caro bollette

Il decreto punta inoltre a fronteggiare il caro bollette. Già nel primo trimestre 2022 erano stati stanziati 3,8 miliardi per contenere il rincaro dell’energia a sostegno delle famiglie; con il provvedimento citato, il governo incrementa i fondi con ulteriori 1,7 miliardi destinati alle imprese, per un totale di 5,5 miliardi nel periodo gennaio/marzo 2022.

Oneri di sistema azzerati

A sostegno di ciò, la disposizione governativa prevede che l’ARERA – Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente – sospenda, per il primo trimestre 2022, le aliquote relative agli oneri generali di sistema applicate alle utenze con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 Kw, anche connesse in media e alta/altissima tensione o per usi di illuminazione pubblica o di ricarica di veicoli elettrici in luoghi accessibili al pubblico.

Contributo d’imposta per energivori

Alle imprese che dovranno fronteggiare un incremento del costo per KWh superiore al 30 per cento al medesimo periodo dell’anno 2019, sarà riservato un contributo straordinario (pari al 20 per cento delle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nel primo trimestre 2022), sotto forma di credito di imposta, a parziale compensazione dei maggiori costi sostenuti.

Per conoscere gli incentivi all’occupazione introdotti dalla Legge di Bilancio 2022, rivedi il Webinar “Legge di bilancio 2022: novità in materia di lavoro”, organizzato da Generazione Vincente S.p.A.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1517 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento