fbpx

Quota 100 in scadenza, finora hanno aderito 341mila lavoratori

I dipendenti pubblici usciti con "Quota 100" sono 107.237, mentre 166.282 sono i dipendenti privati e 67.609 gli autonomi, per un costo totale di 11,6 miliardi.

Quota 100 in scadenza, finora hanno aderito 341mila lavoratori

Quota 100 sta per scadere ed è tempo di bilanci sulla misura voluta a suo tempo dalla Lega. Il 31 dicembre 2021 scade il termine entro il quale i lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato, e i lavoratori autonomi, inclusi gli iscritti alla gestione separata, possono maturare i requisiti per accedere alla pensione con il meccanismo denominato «Quota 100».

L’Inps ha pubblicato i dati sulle richieste della misura, cifre utili a capire il successo della sperimentazione. Al 31 agosto risultano accolte dall’ente guidato da Pasquale Tridico oltre 34imila domande per un costo di 11,6 miliardi, che sale a più di 18,8 miliardi nella “proiezione” fino al 2030 e che si conferma abbondantemente al di sotto di quanto ipotizzato al momento della nascita dei pensionamenti anticipati con almeno 62 anni d’età e 38 di contribuzione.

Per il solo triennio 2019-2021, l’esecutivo “Conte 1” aveva stanziato 20 miliardi con una stima tecnica di 973mila pensionamenti. E, anche nel caso (probabile) in cui a fine anno le richieste effettivamente “accordate” dall’Inps si dovessero avvicinare a 400mila (alle quali si dovranno poi aggiungere gli assegni erogati con decorrenza 2022), lo scarto tra la previsione iniziale e il “consuntivo” sarebbe di quasi 500 mila trattamenti con una minor spesa, sempre nel triennio, di 6-7 miliardi, per altro già in parte utilizzati lo scorso anno per puntellare le coperture di vari provvedimenti, compresi alcuni di quelli del filone-Covid.

I lavoratori dipendenti che hanno beneficiato della pensione Quota 100 sono 273.519, di cui 166.282 del settore privato e 107.237 del settore pubblico, mentre i lavoratori autonomi sono 67.609. In termine di genere il 69,3% dei beneficiari risultano uomini, il 30,3% donne mentre l’importo lordo medio annuo è di 25.663 euro. Nello specifico, la pensione lorda media delle persone uscite con Quota 100 è di 17.983 euro per gli autonomi, di 27.237 euro per i dipendenti privati e di 28.064 euro per i dipendenti pubblici.

Posizioni differenti riguardo al futuro della misura in questione. La Lega spinge per prolungare, anche se in forma parziale e leggermente rivista, Quota 100; il Pd, invece, si mostra contrario a questa soluzione e chiede nuova flessibilità in uscita con una particolare attenzione alle categorie di lavoratori impegnati in mansioni gravose. E in attesa che il ministero dell’Economia formuli (probabilmente a fine mese) la sua proposta, si prova, seppur con fatica, a individuare un possibile compromesso lungo la “linea” dei 63 anni d’età. Che potrebbe tramutarsi in una sorta di raccordo tra l’Ape sociale, da estendere a nuove mansioni usuranti, e il nuovo meccanismo per aprire, eventualmente anche attraverso un apposito fondo, un nuovo canale ai pensionamenti anticipati nel solo settore privato e in prima battuta per le aziende in crisi. A condizionare la scelta definitiva saranno soprattutto le risorse realmente disponibili per il capitolo pensioni della manovra, che dovrà tenere conto anche di altre voci costose su cui sono in corso altrettante partite nella maggioranza: dalla riforma degli ammortizzatori sociali alla riconfigurazione del Reddito di cittadinanza.

 

Leggi anche:

Un lavoratore in Quota 100 può collaborare attraverso un contratto di “prestazione occasionale”?

INPS: Pensione Quota 100 – incumulabilità con i redditi da lavoro

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1399 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CAREER DAY A UNIVERSITA’ FIRENZE

1.600 giovani, 120 aziende, quasi 4.500 colloqui di lavoro programmati: sono alcuni numeri della quinta edizione del Career Day, la manifestazione a cura del Servizio Orientamento al lavoro e Job

JOB ACT AL SUD

“Il Jobs act ha prelevato 3 miliardi e mezzo dai fondi del Mezzogiorno, ma i risultati si vedono sopratutto sulle economie più forti. Con la conseguenza di trasferire al Nord

PALMERI: INCIDENTI LAVORO

L’emergenza degli incidenti verificatisi negli ultimi giorni nei cantieri campani va fronteggiata diffondendo con continuità la cultura della prevenzione degli infortuni, della sicurezza sul lavoro e del rispetto della legalità.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.