fbpx

Il dipendente potrebbe lavorare in smart working ma fa richiesta di congedo straordinario. Può usufruire comunque ti questo tipo di congedo?

Il dipendente potrebbe lavorare in smart working ma fa richiesta di congedo straordinario. Può usufruire comunque ti questo tipo di congedo?

Il dipendente potrebbe lavorare in smart working ma fa richiesta di congedo straordinario perché lavorando da remoto non riuscirebbe a gestire il bambino. Può usufruire comunque ti questo tipo di congedo?

Il congedo straordinario, previsto dall’articolo 2 del decreto-legge n. 30/2021, non è alternativo al lavoro agile, ma può essere richiesto qualora l’azienda evidenzi una incompatibilità tra l’attività lavorativa e la prestazione da remoto (smart working).

Per maggiori informazioni, di seguito, l’Art. 2 del decreto-legge n. 30/2021:

Art .2
Congedi per genitori e bonus baby-sitting
1. Il genitore di figlio convivente minore di anni sedici, lavoratore dipendente, alternativamente all’altro genitore, può svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile per un periodo corrispondente in tutto o in parte alla durata della sospensione dell’attività didattica in presenza del figlio, alla durata dell’infezione da SARS Covid-19 del figlio, nonché alla durata della quarantena del figlio disposta dal Dipartimento di prevenzione della azienda sanitaria locale (ASL) territorialmente competente a seguito di contatto ovunque avvenuto.
2. Nelle sole ipotesi in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità agile, il genitore lavoratore dipendente di figlio convivente minore di anni quattordici, alternativamente all’altro genitore, può astenersi dal lavoro per un periodo corrispondente in tutto o in parte alla durata della sospensione dell’attività didattica in presenza del figlio, alla durata dell’infezione da SARS Covid-19 del figlio, nonché alla durata della quarantena del figlio. Il beneficio di cui al presente comma è riconosciuto anche ai genitori di figli con disabilità in situazione di gravità accertata ai sensi dell’articolo 4, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, iscritti a scuole di ogni ordine e grado per le quali sia stata disposta la sospensione dell’attività didattica in presenza o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale per i quali sia stata disposta la chiusura[…]

Leggi anche:

Il futuro dello Smart working: l’emergenza Covid-19 ha raddoppiato i lavoratori agili

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 670 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

In caso di inserimento nel nostro CCAL di permessi retribuiti (non previsti nel CCNL), in che misura si può accedere alle agevolazioni del DM 12/9/2017 per la conciliazione vita-lavoro?

Prima di richiedere le agevolazioni previste dal DM 12 settembre 2017, l’azienda deve verificare i seguenti requisiti fondamentali previsti dalla norma: 1 –  Si deve trattare di Contratti aziendali sottoscritti

Ho sentito parlare dell’agevolazione per laureati, visto che mio figlio si sta per laureare, mi può dire sinteticamente di cosa si tratta?

È una decontribuzione, di 12 mesi, per l’azienda che assume. Si tratta di pagare meno contributi INPS, fino ad 8.000 euro sulla quota a carico del datore di lavoro, in favore

E’ possibile limitare o annullare l’intervallo che la legge prevede in caso di rinnovo di contratti a termine, con un accordo sindacale di secondo livello ?

Sì, l’articolo 5, comma 3, del D.L. vo 368/2001, stabilisce che le regole relative al c.d. “stop & go” non valgono qualora siano previste ipotesi individuate dai contratti collettivi, anche

2 Commenti

  1. Roberto
    Aprile 10, 13:14 Reply

    La modulazione dell’orario dipende dalla disponibilità delle parti. Se l’azienda vuole sottoscrivere un contratto esclusivamente full-time, può non accettare la conversione a part-time.

  2. Mariella Martire
    Aprile 07, 18:58 Reply

    Salve,
    volevo chiedere un informazione su contratto a tempo determinato con OPA.
    Essendo vincitrice di concorso e dovendo a breve firmare contratto volevo sapere se, in fase di firma, posso scegliere di firmare un contratto partime. Il problema è che ho partita iva e svolgo libera professione e non vorrei rinunciare alla libera professione firmando un full time a tempo determinato per 36 mesi

Lascia un commento