fbpx

Il ruolo delle Agenzie per il Lavoro nell’attuale scenario economico

È possibile affermare che il più grande Payroll del paese non ha accumulato alcun ritardo, garantendo a tutti di non essere lasciati indietro

Il ruolo delle Agenzie per il Lavoro nell’attuale scenario economico

Già da diverso tempo le scuole di specializzazione infermieristica producono un numero di professionisti ben al di sotto del fabbisogno minimo per poter far fronte al fisiologico turn over della suddetta categoria. A maggior ragione durante questo periodo influenzato da una pandemia e da una forte emergenza sanitaria, è diventato di vitale importanza il bando per la selezione del personale sanitario e il conseguente ruolo primario per le Agenzie per il Lavoro.

Recentemente Assolavoro ha sollecitato tutte le istituzioni (regioni, Asl e ministeri) affinché possano riconoscere integralmente al personale sanitario inviato in missione dalle agenzie tutti i trattamenti economici dovuti. In passato, infatti, per ovviare a questa emorragia di professionisti, diverse agenzie per il lavoro avevano costituito delle vere e proprie academy ma l’inadeguatezza dei trattamenti economici non ha fatto altro che rallentare l’intero processo.

Il settore delle Agenzie per il lavoro, nonostante il periodo difficile che oramai quasi da un anno attanaglia il mondo intero, ha continuato a garantire occupazione e tutele tutti i mesi a una platea di oltre 380 mila persone assunte in somministrazione, 100 mila dei quali a tempo indeterminato. Come affermato anche da Assolavoro il compito non è stato facile in quanto tutto il settore ha dovuto affrontare due emergenze in contemporanea:

  • Tutelare i lavoratori e contribuire alla ricerca;
  • Selezione, reclutamento e formazione di figure professionali la cui richiesta è cresciuta esponenzialmente.

Per quanto riguarda il primo punto, considerando il periodo tra marzo e dicembre, è stato garantito a tutti coloro che ne avevano diritto la puntuale erogazione sia delle retribuzioni che degli ammortizzatori anche grazie all’anticipazione da parte delle agenzie. È possibile affermare come il più grande Payroll del paese non ha accumulato ritardi, garantendo a tutti di non essere lasciati indietro. Il welfare di settore (completamente autofinanziato con una cifra che si aggira intorno ai 22 milioni/anno) e con l’ausilio di “prestazioni covid” ha contribuito a creare un vero e proprio case study menzionato dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo economico (OCSE).

Generazione Vincente S.p.A., la prima società di fornitura di lavoro temporaneo nata nel Sud Italia, è da sempre vicino ai suoi lavoratori somministrati e vuole continuare a recitare un ruolo primario all’interno del settore.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1417 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.