fbpx

Cashback: che cos’è e come funziona questo nuovo strumento

Il perché di questa iniziativa del Governo italiano

Cashback: che cos’è e come funziona questo nuovo strumento

In un anno dove  le notizie principali sono state caratterizzate dall’introduzione di nuovi termini come lockdown, smart working o DaD (didattica a distanza). Da alcuni giorni un nuovo termine inglese ha fatto irruzione nella quotidianità dei cittadini italiani: il cashback.

Che cos’è il cashback?

Il cashback, che in italiano possiamo tradurre letteralmente con “soldi indietro”, è un’iniziativa promossa dal Governo italiano lo scorso 8 dicembre. Questo strumento, già diffuso in nazioni come gli Stati Uniti d’America, permette a chi ne usufruisce di avere un rimborso su determinati acquisti.

Il cashback permette in pratica di ottenere indietro una somma, pari ad una determinata percentuale sulla spesa sostenuta. È bene differenziare il cashback dallo sconto, in quanto questa forma di rimborso viene sempre corrisposta dopo aver effettuato l’acquisto.

L’arrivo della pandemia ha fatto sì che sia gli acquisti attraverso pagamenti digitali sia su piattaforme di e-commerce, abbiano subito un incremento notevole favorendo quindi una maggiore dimestichezza con questo nuovo modo di fare acquisti.

Perché l’Italia ha scelto questa nuova forma di rimborso?

Il Governo italiano ha introdotto un piano denominato “Piano Italia Cashless”, con l’obiettivo di contrastare l’evasione fiscale favorendo i pagamenti attraverso strumenti digitali.

L’iniziativa ha lo scopo di incentivare l’uso di pagamenti elettronici offrendo la possibilità di ottenere un rimborso fino al 10% degli acquisti effettuati.

Il cashback pensato dal Governo italiano, prevede l’obbligo di 50 operazioni prettamente elettroniche da effettuare nell’arco di sei mesi con la possibilità di ottenere un rimborso fino a 150 euro. Sono ammessi qualsiasi tipo di acquisto senza alcuna distinzione merceologica purché vengano effettuati nei negozi fisici.

Gli acquisti nei negozi online o su piattaforme di e-commerce sono esclusi in quanto già di base l’acquisto avviene mediante l’utilizzo della moneta elettronica mentre tale iniziativa è stata introdotta con lo scopo di contrastare l’evasione fiscale e quindi disincentivare l’utilizzo del contante anche per piccole operazioni quotidiane.

Come partecipare all’iniziativa?

Sono ammessi tutti i maggiorenni residenti in Italia e gli interessati all’iniziativa possono partecipare attraverso l’app IO.

Nell’app è possibile ritrovare una sezione denominata “portafoglio” dove è possibile inserire la carta prescelta per effettuare i pagamenti.

Sono esclusi gli acquisti effettuati nell’ambito di attività professionali o imprenditoriali.

Qui per tutte le Faq governative.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1399 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Nuovo CUD 2015 : cosa cambia per professionisti e collaboratori

Rivoluzione in vista per le dichiarazioni dei redditi 2015: arriverà il CUD anche per i lavoratori autonomi. Ma chi sono i lavoratori autonomi? Sono lavoratori esterni all’azienda che svolgono un’attività

Semplificazioni fiscali: via libera al 730 precompilato

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera definitivo al Decreto legislativo in materia di semplificazioni fiscali. La nuova approvazione da parte dell’esecutivo arriva dopo che nelle scorse settimane

Liberi professionisti: modifica aliquota contributiva anno 2015 [INPS: cir.58/15]

L’Inps, con la circolare n. 58 del 11 marzo 2015, comunica che, in conseguenza di quanto previsto dall’art. 10-bis del decreto legge 31 dicembre 2014, n. 192, – c.d. Milleproroghe –  convertito dalla

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.