fbpx

Sono uscite le indicazioni per usufruire dell’esonero contributivo per le aziende che non hanno richiesto la cassa integrazione?

Sono uscite le indicazioni per usufruire dell’esonero contributivo per le aziende che non hanno richiesto la cassa integrazione?

Sì, l’INPS, con il messaggio n. 4254/2020, ha fornite le indicazioni operative per la fruizione dell’esonero contributivo, previsto dall’art. 3 del decreto legge 104/2020 (cd. Decreto “Agosto”).

I datori di lavoro dovranno inoltrare all’INPS, tramite la funzionalità “Contatti” del Cassetto previdenziale alla voce “Assunzioni agevolate e sgravi – Sgravio Art. 3 del DL 14 agosto 2020, n. 104”, un’istanza di attribuzione del codice di autorizzazione “2Q”, che assume il significato di “Azienda beneficiaria dello sgravioart.3 DL 104/2020”. Nella domanda dovranno autocertificare:

  • le ore di integrazione salariale fruite dai lavoratori nei mesi di maggio e giugno 2020, riguardanti la medesima matricola;
  • la retribuzione globale che sarebbe spettata ai lavoratori per le ore di lavoro non prestate;
  • la contribuzione piena a carico del datore di lavoro calcolata sulla retribuzione di cui al punto precedente;
  • l’importo dell’esonero.

Per maggiori informazioni leggi:

Esonero contributivo alternativo agli ammortizzatori covid-19: le indicazioni dell’Inps [E.Massi]

Il punto sulle novità introdotte dal D.L. n. 104/2020 in materia di ammortizzatori sociali e di esonero contributivo dal versamento dei contributi previdenziali per le aziende che non richiedono trattamenti di sostegno del reddito, in attesa del “placet” della Comunità Europea

È già attivo l’esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato?

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 658 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

È obbligatoria la risposta ad una statistica dell’INAPP?

Abbiamo ricevuto una richiesta di partecipazione ad una statistica da parte l’Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche (INAPP). Si tratta di una rilevazione prevista nel Programma Operativo Nazionale –

Anche per il 2016 è stato prorogato l’esonero contributivo in agricoltura?

Più che prorogato, l’esonero contributivo in agricoltura, è stato riformulato con alcune limitazioni relative alla durata (24 mesi) e all’importo massimo agevolato (40% dei contributi Inps fino ad un massimo

Un datore di lavoro che intenda assumere a tempo indeterminato un lavoratore ultracinquantenne, ha diritto a qualche agevolazione ?

Si, è prevista un’ agevolazione contributiva sotto forma di abbattimento del 50% per un massimo di 18 mesi a condizione che:

8 Commenti

  1. Lorena
    Novembre 26, 00:51 Reply

    Gentilissimo,
    Le scrivo per chiedere un’informazione urgente ed importante.
    Ho un contratto full time ( 40 ORE ) nel privato settore commercio ed ho ricevuto una proposta di supplenza come ASSISTENTE AMMINISTRATIVO DI 8 ORE SETTIMANALI.
    Posso accettare la supplenza?
    La supplenza a scuola è distribuita in 4 ore il venerdì mattina e 4 ore il sabato mattina.
    Generalmente il mio lavoro nel privato si sviluppa dal lunedì al venerdì e pertanto il problema ci sarebbe solo il venerdì mattina, dove potrei usufruire di un permesso o ferie.
    Per il mio datore di lavoro va bene ed anche per la scuola.
    Ho raccolto un pò d’informazioni presso i sindacati e mi dicono che c’è compatibilità tra i due lavori.
    Vorrei avere la certezza che sia possibile e non ci fossero problemi.

    Grazie mille,
    Angela

    • Roberto
      Novembre 28, 11:58 Reply

      Stante la situazione evidenziata, ritengo che non vi sia una incompatibilità nell’ulteriore prestazione presso la scuola.

  2. Giovanni29
    Novembre 24, 11:30 Reply

    Buongiorno. Vorrei sapere se è legale, da parte del datore di lavoro, mettere in CIG covid i tre operai e un impiegato su due (nella fattispecie io). Sono impiegato amministrativo di 4 livello, con venti anni di lavoro in azienda alle spalle, coniugato con due figli a carico minori di 14 anni. Sono a casa da tre settimane… La mia collega, assunta anni dopo e con livello inferiore, continua regolarmente a lavorare. Come devo comportarmi?

    • Roberto
      Novembre 28, 12:02 Reply

      Deve avvisare la RSA/RSU, qualora presente in azienda. In alternativa, vada presso un sindacato di categoria che provvederà a contattare l’azienda per ricevere le motivazioni della mancata rotazione alla CIG.

  3. andrea
    Novembre 20, 10:07 Reply

    Buongiorno,
    ho un dubbio in merito alle 6 settimane disposte dal DL Ristori- bis,
    i datori di lavoro che non rientrano nelle attività elencate agli allegati 1 e 2,
    che non hanno mai utilizzato la cigd covid,
    che hanno assunto il lavoratore dopo il 13 luglio e prima del 9 nov.
    e che ora si trovano nella condizione di dover sospendere l’attività lavorativa,
    a suo avviso, possono utilizzare le 6 settimane disposte dalle nuove disposizioni ?
    ringrazio

    • Roberto
      Novembre 22, 17:53 Reply

      Dando una interpretazione letterale della norma, in attesa dei chiarimenti dell’Inps, ritengo che possano richiedere la CIGD tutti i lavoratori presenti in azienda alla data del 9 novembre.

  4. Fabio
    Novembre 19, 12:12 Reply

    Buongiorno Dottore, una precisazione sull’argomento.
    LìINPS stabilisce che su richiesta l’ente inserisce il codice 2Q per i mesi da agosto a dicembre ma proseguendo nella lettura del messaggio l’ente evidenzia la possibilità di conguagliare con la sola mensilità corrente e qualora non ci fosse capienza con quelle di agosto, settembre ed ottobre. L’ultima mensilità si deve intendere novembre con scadenza 16/12/2020 o la mensilità di dicembre (e in questo caso i 4 mesi sarebbero mobili) con scadenza 16/01/2021? Per dicembre come ultimo termine si intende il mese con principio di cassa o di mensilità di competenza?

    • Roberto
      Novembre 22, 17:54 Reply

      Ritengo che si tratti del mese di novembre.

Lascia un commento