Decreto Rilancio: rafforzati gli incentivi Resto al Sud e Smart&Start Italia

Nel Decreto Rilancio importanti novità che riguardano gli incentivi Resto al Sud e Smart&Start Italia: aumentati i finanziamenti massimi e nuovi incentivi per le startup

Decreto Rilancio: rafforzati gli incentivi Resto al Sud e Smart&Start Italia

Invitalia, l’Agenzia nazionale per lo sviluppo del Ministero dell’Economia, ha pubblicato un comunicato stampa con il quale informa che in seguito alla Legge n. 77/2020, di conversione del Decreto Rilancio, sono state introdotte o confermate alcune importanti novità che riguardano gli incentivi Resto al Sud e Smart&Start Italia.

RESTO AL SUD
Aumenta il fondo perduto e il finanziamento massimo, confermato il contributo liquidità

Novità importante per gli incentivi di Resto al Sud. Migliorano infatti le condizioni di accesso alle agevolazioni per chi presenta la domanda a partire dal 19 luglio 2020.

In particolare:

per le iniziative svolte in forma individuale:

  • il finanziamento massimo passa da 50.000 a 60.000 euro (art. 245 bis)

per tutte le iniziative:

  • il contributo a fondo perduto passa dal 35% al 50% delle spese ammissibili
  • il finanziamento bancario garantito dal Fondo di Garanzia per le Pmi passa dal 65% al 50%

Inoltre, è stato confermato (art. 245) che le imprese finanziate con Resto al Sud possono ottenere, al completamento del loro progetto, un ulteriore contributo a fondo perduto:

  • 15.000 euro per le ditte individuali e le attività professionali svolte in forma individuale
  • 10.000 euro per ciascun socio, fino a un massimo di 40.000 euro, per le società

SMART&START ITALIA
Incentivi rifinanziati e ampliati per le startup

Confermato il rifinanziamento di Smart&Start Italia con 100 milioni di euro per il 2020 (art. 38) con l’obiettivo di sostenere le startup innovative in tutta Italia.

Confermata anche l’estensione del contributo a fondo perduto – pari al 30% del mutuo – per le startup innovative del Cratere sismico Centro Italia: le agevolazioni già previste per le startup innovative del cratere sismico aquilano ora sono applicabili anche alle startup innovative nei comuni delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dai terremoti del 2016 e 2017.

Fonte: sito Invitalia

Per saperne di più leggi anche:

Invitalia: Resto al Sud – erogati i primi contributi aggiuntivi a fondo perduto

Resto al Sud: parte l’incentivo per la nascita di imprenditorialità nel Mezzogiorno

Parte il Progetto “ Resto al Sud “

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 363 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

POLETTI SU IMPEGNO GOVERNO CONTRO POVERTÀ

Dal 2 settembre prossimo i termini per la presentazione della domanda di accesso al Sia, il sostegno all’inclusione attiva, che a determinate condizioni e in presenza di un impegno a

Iter disciplinare e consultazione della documentazione di addebito [Cassazione]

Con sentenza n. 23408 del 6 ottobre 2017, la Corte di Cassazione ha affermato che non esiste alcun obbligo per il datore di lavoro, nell’ambito di un iter disciplinare ex

ASSUNZIONI STABILI NEL TRIMESTRE

Le prospettive di assunzione per i prossimi tre mesi resteranno relativamente stabili rispetto a quelle del trimestre precedente. La previsione netta sull’occupazione si attesta, infatti, a meno 4%. Le aree

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento