Anpal: effetti della crisi sanitaria sulla dinamica dei rapporti di lavoro

Studio sulla dinamica dei rapporti di lavoro, dalla riduzione del lockdown alla progressiva ripresa nella fase 2

Anpal: effetti della crisi sanitaria sulla dinamica dei rapporti di lavoro

L’ANPAL pubblica, in data 17 giugno 2020, un approfondimento sugli effetti dell’emergenza da Covid-19 sul mercato del lavoro.

Il Focus Anpal Approfondimenti Covid-19 aggiorna e arricchisce le analisi condotte sui dati dell’archivio delle comunicazioni obbligatorie pubblicati nella nota n. 1/2020.

L’analisi copre il periodo dal 1° gennaio al 31 maggio 2020 e fa riferimento ai rapporti di lavoro a tempo indeterminato (compreso l’apprendistato) e a tempo determinato del settore privato.

È possibile seguire le reazioni della domanda di lavoro ai primi provvedimenti restrittivi, risalenti al 23 febbraio, all’estensione del lockdown all’intero territorio nazionale e alla progressiva riapertura delle attività produttive dal 3 maggio in poi.

Oltre alle evidenze relative all’andamento dei flussi dei rapporti di lavoro e alle loro caratterizzazioni territoriali e settoriali, le analisi si concentrano anche sui contratti a tempo determinato attivi al 31 maggio 2020, per stimare la platea di rapporti di lavoro in scadenza nei prossimi mesi, e sui tirocini extracurriculari, per evidenziare le ricadute delle misure di contenimento sui nuovi avviamenti e sulla gestione di quelli già in essere.

Dall’inizio dell’anno fino al 3 maggio risulta una riduzione di 882mila contratti avviati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Con l’avvio della cosiddetta fase 2 si registra una progressiva ripresa dei flussi contrattuali, per quanto su dinamiche comunque molto distanti da quelle del 2019 e dell’inizio del 2020.

Infatti, si legge nello studio che: “È evidente, in termini tendenziali, la parziale ripresa delle assunzioni nei giorni immediatamente successivi al 4 maggio, ma ovviamente non sufficiente a segnare un’inversione di tendenza in termini di attivazioni cumulate. Dal 4 maggio in poi, infatti, il numero di attivazioni medie giornaliere segna un evidente aumento rispetto al periodo di lockdown, portandosi su valori che oscillano tra le 10.000 e le 20.000 nuove assunzioni per giorno, con una media complessiva nel periodo di circa 15.344 assunzioni al giorno, vale a dire circa il 70% del valore medio giornaliero rilevato nel 2019. Si tratta di un valore comunque in crescita rispetto a quello relativo alla fase 1, quando le attivazioni medie giornaliere erano pari al 48% rispetto al valore del 2019. Ciò ha permesso in parte di mitigare il gap di nuove assunzioni, che, dal 4 maggio in poi, risultano essere inferiori di 188.000 unità rispetto al 2019”.

  Leggi lo studio completo di Anpal

Fonte:Anpal

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 363 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Rassegna stampa del 29 Luglio 2020

Di seguito le migliori news scelte per voi dai quotidiani in edicola oggi. Un servizio a cura della redazione di Job Opinion Leader  in collaborazione con Assolavoro. Ecco gli articoli in

Rassegna stampa del 21 Giugno 2016

  A seguire le migliori notizie selezionate per voi dai quotidiani  in edicola oggi, il servizio è offerto in collaborazione con Assolavoro. Ecco gli articoli in evidenza oggi: Per i

Rassegna stampa del 15 Gennaio 2019

  Di seguito le migliori news scelte per voi dai quotidiani in edicola oggi. Un servizio a cura della redazione di Job Opinion Leader  in collaborazione con Assolavoro. Ecco gli articoli

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento