fbpx

Generazione Vincente S.p.A. realizza il progetto Terra Munda

Progetto a favore dell’alfabetizzazione ed apprendimento della lingua italiana per stranieri nel Settore Agricolo

Generazione Vincente S.p.A. realizza il progetto Terra Munda

Il progetto Terra Munda è stato ideato per i lavoratori stranieri ed imprese del Settore Agricolo. I destinatari sono stati impegnati nello svolgimento del corso di formazione in “Alfabetizzazione ed apprendimento della lingua italiana nel Settore Agricolo”, e nello svolgimento dei tirocini extra-curriculari presso le aziende agricole aderenti al progetto.

Coloro che sono stati coinvolti nel progetto hanno potuto usufruire di un servizio di assistenza e di tutoraggio costante, sia nel corso delle attività formative che nel corso dei tirocini.

Lo staff di Generazione Vincente S.p.A. è stato impegnato nelle attività di:

  • organizzazione didattica, tutoraggio e monitoraggio dei n. 2 corsi di formazione di “Alfabetizzazione ed apprendimento della lingua italiana nel settore Agricolo”;
  • organizzazione, tutoraggio e monitoraggio dei tirocini extracurricolari;
  • assistenza telefonica ai partecipanti;
  • supporto tecnico e informativo ai consulenti del lavoro ed alle aziende ospitanti.

Ogni anno Generazione Vincente S.p.A. attua, nell’ambito di progetti promossi e finanziati da Istituzioni pubbliche e/o Enti privati, centinaia di progetti di tirocinio extracurricolare, forma migliaia di allievi, spesso appartenenti a categorie protette e/o particolarmente vulnerabili, al fine di facilitarne l’inserimento nel mondo del lavoro.  Per il livello di coinvolgimento degli operatori richiesto dalle circostanze, molto elevato rispetto agli standard di Generazione Vincente S.p.A., l’esperienza del progetto Terra Munda ha rappresentato una sfida ed un momento di profonda riflessione, di ripensamento e di crescita personale e professionale per tutti gli addetti ai lavori coinvolti, in tema di immigrazione e di operazioni a favore dell’integrazione sociale e lavorativa del target.

Facendo un bilancio dell’esperienza, è possibile affermare che il progetto, nella sua forma concepita con l’Avviso istituito dalla OIM, e negli interventi e nei servizi erogati in cui si è poi sostanziato, si è rivelato un valido veicolo di integrazione e di inclusione socio-lavorativa, nonché un modello da poter replicare con successo anche in altri contesti territoriali ed in altri settori produttivi, proponendo interventi formativi vicini ai trend occupazionali di riferimento ed alle inclinazioni dei singoli destinatari, impiegando anche tipologie contrattuali flessibili ed al contempo tutelanti e garantite, sia per le imprese che per i destinatari stessi.

Sull' autore

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.