In caso di contratto a chiamata previsto in base all’elemento soggettivo (età del lavoratore), la prestazione pùò essere resa entro i 25 anni di età?

No, per la precisione, la prestazione non può più essere resa al raggiungimento dei 25 anni, quindi l’ultima prestazione può essere resa a 24 e 364 giorni.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 580 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Le aziende con Accordi che vanno oltre il 30 aprile come si deve comportare?

Se un’azienda ha firmato Accordi che vanno oltre il 30 aprile come ci si deve comportare? Le misure di TIS, “semplificata” e “in deroga”, al momento sono fruibili sino al

In caso di distacco, chi gestisce i lavoratori distaccati? Il datore di lavoro o l’azienda utilizzatrice?

Nel distacco, il potere direttivo passa all’azienda distaccataria/utilizzatrice. Il 2° comma dell’art. 30 del DLvo 276/2003 stabilisce che “In caso di distacco il datore di lavoro rimane responsabile del trattamento

È possibile licenziare un lavoratore che ha raggiunto l’ età pensionabile, prima del compimento dei 70 anni?

Sì, il licenziamento c.d. “ad nutum” è possibile, in quanto la Corte di Cassazione con sentenza n. 17589/2015, ha affermato che non sussiste un diritto del lavoratore alla prosecuzione del rapporto

1 Commento

  1. sedia
    Maggio 20, 07:18 Reply

    Interessante lettura, grazie mille. Procopio Palermo

Lascia un commento