In caso di contratto a chiamata previsto in base all’elemento soggettivo (età del lavoratore), la prestazione pùò essere resa entro i 25 anni di età?

image_pdfimage_print

No, per la precisione, la prestazione non può più essere resa al raggiungimento dei 25 anni, quindi l’ultima prestazione può essere resa a 24 e 364 giorni.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 471 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Nel calcolo del limite massimo degli 80mila euro per la detassazione, vanno calcolati anche i redditi percepiti all’estero?

Detassazione: La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 28/2016 stabilisce che i redditi di lavoro dipendente prodotti all’estero da soggetti residenti, assoggettati a tassazione in Italia ai sensi dell’articolo 51, comma 

La mia azienda vuole pagare il vaccino anti influenzale a tutti i lavoratori, posso considerarlo un welfare aziendale?

  A mio avviso, sì, in quanto rientra nei welfare previsti dalla lettera f), comma 2, dell’art. 51 del TUIR (“l’utilizzazione delle opere e dei servizi riconosciuti dal datore di

Per quanti anni devo conservare il libro unico del lavoro?

  A norma dell’articolo 6, del Decreto 9 luglio 2008 del Ministero del Lavoro, l’obbligo di conservazione del libro unico del lavoro è di 5 anni dalla data di ultima

1 Commento

  1. sedia
    maggio 20, 07:18 Reply

    Interessante lettura, grazie mille. Procopio Palermo

Lascia un commento