INPS – contribuzione agricola: differimento obbligo utilizzo flusso Uniemens

Con la circolare 51 l’Istituto di Previdenza fornisce indicazioni per il differimento dell’obbligo di utilizzo del flusso Uniemens per la contribuzione agricola

INPS – contribuzione agricola: differimento obbligo utilizzo flusso Uniemens

L’INPS ha emanato la circolare n. 51 dell’8 aprile 2020, con la quale fornisce indicazioni per il differimento dell’obbligo di utilizzo del flusso Uniemens per la contribuzione agricola unificata dalle retribuzioni del mese di gennaio 2020 alle retribuzioni di aprile 2020.

Il quadro normativo Uniemens

La legge 29 ottobre 2016, n. 199 ha introdotto l’obbligo di adattamento del flusso Uniemens alla contribuzione del settore agricolo.

Il flusso Uniemens sostituisce il precedente flusso di trasmissione telematica DMAG con il quale i datori di lavoro inviavano nei mesi di aprile, luglio, ottobre e gennaio, le dichiarazioni di manodopera agricola relative, rispettivamente, al primo, secondo, terzo e quarto trimestre dell’anno.

La decorrenza dell’obbligo di trasmissione dei flussi con il sistema Uniemens, inizialmente fissata a partire da gennaio 2018, è stata poi differita alle retribuzioni di gennaio 2020.

I flussi sono trasmessi ogni mese con riferimento alle retribuzioni dovute nel mese precedente, quelli relativi alle retribuzioni di gennaio 2020 devono essere trasmessi entro il mese di febbraio 2020.

La legge 28 febbraio 2020, n. 8 ha differito la decorrenza dell’obbligo di utilizzo del sistema Uniemens alle retribuzioni del mese di aprile 2020.

Istruzioni sul differimento

Dal 1° marzo 2020, data di entrata in vigore della legge, è stato quindi ripristinato, per il primo trimestre dell’anno, l’obbligo dei datori di lavoro che versano la contribuzione agricola unificata di trasmettere le dichiarazioni di manodopera occupata con il flusso trimestrale (DMAG), che come di consueto dovrà essere effettuato dal 1° aprile.

Considerato che alla data di entrata in vigore della legge 8/2020 diverse aziende hanno già adeguato i propri sistemi informativi e trasmesso i dati relativi alle retribuzioni di gennaio 2020 con il flusso Uniemens, queste potranno continuare a utilizzare lo stesso sistema, il flusso PosAgri, anche per i mesi di febbraio e marzo 2020, in alternativa all’invio del flusso DMAG relativo al primo trimestre.

La trasmissione dei flussi Uniemens relativi al primo trimestre 2020 dovrà essere effettuata entro lo stesso termine previsto per il DMAG, quindi, entro aprile 2020. L’INPS provvederà a convertire i flussi Uniemens nel flusso trimestrale DMAG.

A garanzia dell’univocità dei dati retributivi e occupazionali, i due flussi, DMAG e PosAgri, sono reciprocamente esclusivi. In caso di invio del flusso DMAG, i flussi mensili PosAgri trasmessi dalla stessa azienda e relativi al primo trimestre saranno annullati e non saranno utili né per la determinazione dell’onere contributivo né per l’alimentazione dei sistemi.

Fonte: INPS

 

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 362 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

PSR Campania: nuovi bandi per rafforzare aziende agricole e favorire ricambio generazionale

Competitività, sostenibilità, e giovani agricoltori: sono questi i punti cardine del decreto dirigenziale n. 46 del 12.09.2016 che adotta i bandi del Piano Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Campania 2014-2020

Agronomia 2.0: nuove figure per le imprese agricole del futuro

Le imprese agricole stanno facendo grandi passi avanti nell’innovazione e nel costituire un nuovo modo di concepire il mondo agricolo. Giovani uomini e donne, queste ultime in lento ma continuo

L’ innovazione e ricerca agroalimentare: parte #Filiereintelligenti

L’innovazione e la ricerca sono parte fondante di tutti gli ambiti del lavoro e dell’impresa, l’agroalimentare non fa eccezioni in quest’ottica. Nasce per questo il progetto #Filiereintelligenti, una serie di

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento