Cassazione : non costituisce reato la mancata reintegra nel posto di lavoro

image_pdfimage_print

Con sentenza n. 6777/2015, la Corte di Cassazione ha affermato che non costituisce reato la mancata ottemperanza del datore di lavoro all’ordine del giudice di reintegrare un dipendente nel posto di lavoro. I giudici della Suprema Corte evidenziano per tale inadempimento solo conseguenze civili di natura patrimoniale per le quali il lavoratore potrà richiedere un eventuale risarcimento.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Tribunale di Padova: termine di decadenza per impugnare il licenziamento contro la stazione appaltante

Il Tribunale di Padova, con sentenza del 18 luglio 2014, è entrato nel merito del termine decadenziale finalizzato alla impugnativa del licenziamento correlato all’azione di accertamento, volta alla verifica della sussistenza del rapporto

( sentenza n. 9693 del 27 febbraio 2014 ) Responsabilità del datore di lavoro per la mancata formazione ed informazione sui luoghi di lavoro

Con sentenza n. 9693 del 27 febbraio 2014, la Corte di Cassazione ha ribadito il fatto che è sempre penalmente responsabile il datore di lavoro per il mancato adempimento obbligatorio

Apprendistato : agli incentivi ordinari si somma il bonus garanzia giovani

Benefici doppi a chi assume giovani apprendisti. Oltre agli incentivi propri del contratto può fruire anche del bonus della garanzia giovani. Lo stabilisce, tra l’altro, un decreto del direttore generale

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento