Il premio 100 euro per le giornate di lavoro in sede vale per i part-time?

Il premio 100 euro per le giornate di lavoro in sede vale per i part-time?

Come datore di lavoro devo erogare di il premio 100 euro per le giornate di lavoro fatte in azienda dai miei lavoratori. Devo fare una proporzione per quelli a part-time?

No, nessuna differenza tra i lavoratori a tempo pieno e quelli part-time.

Per maggiori, di seguito un estratto dall’editoriale “100 euro: il premio ai lavoratori dipendenti al tempo del COVID-19 [E.Massi]”

[…] Ma, a chi spetta il premio?

Una prima scrematura la effettua la norma: i lavoratori interessati sono quelli che nel corso dell’anno precedente non hanno superato la soglia dei 40.000 euro da lavoro dipendente. Sul punto la circolare n. 8/E chiarisce come debba essere preso in considerazione soltanto il reddito assoggettato a tassazione progressiva IRPEF e non quello a tassazione separata o ad imposta sostitutiva. Da ciò si deduce che, ad esempio, i premi di risultato erogati nel corso del 2019 non vanno computati.

C’è, poi, la questione di chi nel corso del 2019 è stato alle dipendenze di altri datori di lavoro. In assenza di CU, è sufficiente una autocertificazione del dipendente, ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR. n. 445/2000 che attesti quanto percepito.

Il premio è di 100 euro: ma come va erogato?

L’art. 63 parla di rapporto con le giornate lavorate: da ciò, a mio avviso, discende che considerato l’orario contrattuale mensile suddiviso in 5 o 6 giornate di lavoro settimanale, il valore giornaliero risulti da una suddivisione tra 100 e 22 o 26 giorni, sicchè esso è pari a 4,54 euro nella prima ipotesi e 3,85 nella seconda.

Nella definizione della misura giornaliera non entrano in alcun modo le assenze dovute a malattia, ferie, congedo, assenze per aspettativa, intervento integrativo salariale a zero ore ed altre assenze “protette e riconosciute” dal Legislatore, in quanto il premio, esente da IRPEF e dalla relativa contribuzione, è unicamente legato alla presenza fisica sul posto di lavoro.

In tale logica, nella stessa giornata il premio è riconosciuto sia a chi presta la propria attività con un orario a tempo parziale che a full-time ed è nella stessa misura, in quanto la disposizione lo riconosce a chi è andato al lavoro in quei giorni, a prescindere dalla durata della prestazione[…]

Per maggiori informazioni leggi anche:

COVID-19: procedure attive dell’Inps per congedi e permessi 104

L’Istituto di Previdenza ha emanato le procedure di compilazione e invio on line delle domande relative ai congedi e permessi 104 per l’emergenza COVID-19

Covid-19: il sostegno al reddito da lavoro dipendente e la sospensione dei licenziamenti [E.Massi]

Il sostegno al reddito da lavoro dipendente e la sospensione dei licenziamenti: il punto sulle nuove disposizioni per datori di lavoro e dipendenti

Covid-19 e lavoro: Normativa di settore, decreti e misure per gestire l’emergenza

Sezione provvedimenti riguardanti l’emergenza sanitaria da Covid-19

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 631 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Quali sono le ripercussioni nel caso in cui una azienda stipuli un contratto a part-time con un orario settimanale inferiore rispetto al limite previsto dal CCNL applicato?

Instaurare un contratto di lavoro che non rispetta quanto indicato dalla contrattazione collettiva potrebbe avere le seguenti ripercussioni: L’INPS potrebbe richiedere la contribuzione sul minimo di ore previste dal contratto

I tirocini curriculari prevedono l’obbligo di una indennità di prestazione per il ragazzo?

Né la legge, né la normativa regionale prevede l’obbligo di corrispondere una indennità per i tirocini curriculari che, ricordo non essere rapporti di lavoro ma utilizzati quale periodo di alternanza

È obbligatorio un periodo di preavviso di uno sciopero?

Un sindacato ha dichiarato sciopero appena all’inizio del turno di lavoro. Non è obbligatorio un periodo di preavviso dello sciopero, in modo che l’azienda possa organizzare l’attività lavorativa? Fuori dall’area

4 Commenti

  1. StefanoM
    Aprile 27, 18:46 Reply

    Buonasera,
    lavoratore full-time che nel mese di marzo ha lavorato tutti i giorni, solo che in alcuni ha lavorato 4 ore in azienda usufruendo, altresì, di 4 ore di permesso.
    Il bonus spetta interamente (100 euro), o c’è da fare un riproporzionamento?
    molte grazie,

    • Roberto
      Aprile 27, 18:52 Reply

      La fruizione del premio non dovrà essere proporzionale alle ore di lavoro ma alle giornate.

  2. simpat
    Aprile 22, 15:11 Reply

    buongiorno ai CO.CO.CO spettano i 100,00 euro?
    grazie

    • Roberto
      Aprile 23, 08:55 Reply

      No, l’erogazione, proporzionata alle presenze del mese di marzo, è per i soli lavoratori dipendenti.

Lascia un commento