Il limite massimo di contratti a tempo determinato che posso stipulare è sempre il 20% dei tempi indeterminati presenti in azienda?

espertoSì, sempreché l’azienda non applichi un contratto collettivo che disciplini il limite massimo dei contratti a termine. In questo caso, si applica detto limite e non quello previsto dalla legge 78/2014. Inoltre, alcuni contratti prevedono detto limite dovuto alla sommatoria dei contratti a tempo determinato diretti e dei contratti in somministrazione. Detto ciò, verifichi il contratto di riferimento dell’azienda.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 520 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho una partita I.V.A. è possibile iscrivermi al centro per l’impiego come disoccupato?

Possono essere considerati privi di impiego ed iscrivibili al Centro per l’Impiego quali disoccupati, anche i soggetti in possesso di partita I.V.A. non movimentata negli ultimi 12 mesi, precedenti alla

Lavoro in una piccola azienda che mi licenzierà per motivi oggettivi questo mese; se faccio domanda all’inps dal 1° maggio dovrò rispettare i nuovi requisiti della N aspi ?

No. se il licenziamento avviene ad aprile le verranno applicate le regole dell’Aspi, indipendentemente dal fatto che lei presenti domanda dal mese di

Come è l’istituto delle ferie per i lavoratori domestici ?

L’art. 18 del CCNL prevede per ogni anno di servizio presso lo stesso datore di lavoro, ferie pari a 26 giorni lavorativi, a prescindere dalla durata e dalla dislocazione oraria

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento