Transizione verde e sviluppo 2020 – L’economia sostenibile per creare nuove opportunità

Secondo il rapporto realizzato da Federmanager, con la green economy si prevede la possibilità di rilanciare l'economia e creare 500 mila posti di lavoro entro il 2030

Transizione verde e sviluppo 2020 – L’economia sostenibile per creare nuove opportunità

Transizione verde e sviluppo 2020 – Il rilancio dell’economia italiana

Transizione verde e sviluppo 2020. Stefano Cuzzilla, presidente di Fermanager (l’associazione maggiormente rappresentativa nel mondo del management) evidenzia l’opportunità per le imprese italiane di puntare sull’economia sostenibile in quanto potrebbero generare oltre 500 mila posti di lavoro entro il 2030. Infatti nel rapporto elaborato da Federmanager insieme all’Aiee (Associazione italiana economisti dell’energia) dal titolo “Transizione verde e sviluppo. Può l’economia circolare contribuire al rilancio del sistema Italia?” si parla di come la green economy possa contribuire al rilancio dell’economia italiana e alla creazione di nuovi sbocchi occupazionali.

Tuttavia la carenza di competenze specialistiche, la mancanza di know how e la difficoltà di accesso al credito rappresentano infatti i principali ostacoli alla transizione verde del nostro Paese.

Nuove opportunità di business con l’economia circolare

Il rapporto transizione verde e sviluppo, presentato a Roma cita inoltre le recenti rilevazioni dell’Eurobarometro (2017), secondo cui il 60% delle Pmi italiane ha deciso di puntare sulla riduzione dei rifiuti attraverso processi di economia circolare. Come dichiarato da Stefano Cuzzilla, le imprese italiane sono acquisendo una crescente consapevolezza delle opportunità e dei rischi legati alla questione ambientale. Tuttavia l’imprenditore non può fare fronte alle nuove necessità senza nessun tipo di aiuto.

Tra le applicazioni di strategie di sostenibilità in Italia, il settore dei rifiuti si presenta come un campo ricco di opportunità per fare del bene all’ambiente e anche al bilancio aziendale. Ne è un esempio, il riutilizzo della plastica non riciclabile per produrre energia. Da una tonnellata di plastica infatti si possono ottenere circa 800 litri di combustibile a un terzo del costo di analoga quantità di petrolio. Ciò significa che se le 1,3 tonnellate di plastica mandate in discarica nel 2016 fossero state trasformate in combustibile, il nostro paese avrebbe risparmiato circa 25 milioni di euro.

Nuovi professionisti del settore green entro il 2020

Sono circa 100 i professionisti che che Federmanager certificherà entro la fine del 2020 come manager per la sostenibilità, attraverso il percorso di certificazione delle competenze manageriali “BeManager”. Si tratta di figure manageriali che, dopo aver seguito un percorso di assessment e di aggiornamento rispetto agli eventuali gap formativi, sono valutate idonee a riconvertire i processi di produzione industriale e a realizzare in concreto gli obiettivi di economia circolare.

A questo proposito la Commissione Europea ha proposto un piano di investimenti da 1.000 milardi in 10 anni per rendere l’Europa il primo continente a impatto climatico entro il 2050. Il report realizzato da Federmanager-Aiee calcola che rimuovendo i già citati fattori che bloccano lo sviluppo dell’economia circolare italiana e investendo in competenze manageriali adeguate si potrebbe aumentare la produttività del 6,5% e aumentare l’occupazione nel settore green portandola all’11,4%.

Un notevole risparmio per l’Unione Europea

Secondo uno studio realizzato da Ellen Mc Arthur Foundation, la transizione verso un’economia circolare in tutti i settori consentirà all’UE un risparmio netto annuo fino a 640 miliardi di dollari sul costo di approvvigionamento dei materiali per il sistema manifatturiero dei beni durevoli (circa il 20% del costo attualmente sostenuto), del quale non potrà che trarre giovamento anche un Paese storicamente povero di materie prime seconde come l’Italia.

  Scarica il rapporto Transizione verde e sviluppo

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1305 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Fondo per la disabilità e diritto al lavoro – Le novità previste per il 2020

Fondo per la disabilità e la non autosufficienza Fondo per la disabilità. Al fine di dare attuazione a interventi in materia a favore della disabilità finalizzati al riordino e alla

Garanzia Giovani : attivati da Generazione Vincente i percorsi formativi nella regione Veneto. Scopri come partecipare

Generazione Vincente Spa offre dei percorsi formativi per l’inserimento lavorativo , con opportunità di tirocinio della durata di 6 mesi, nell’ambito del Piano Esecutivo regionale Garanzia Giovani  (Regione del Veneto

I lavoratori in somministrazione mediamente per mese sono oltre 282mila, +8,7% sul 1° semestre 2013 [video: Spot 2014 Assolavoro]

Nei primi sei mesi dell’anno, i lavoratori in somministrazione occupati mediamente in un mese superano quota 282mila, con un incremento dell’8,7% sullo stesso periodo dell’anno precedente. Le ore lavorate complessivamente sono oltre 162

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento